venerdì 6 ottobre 2017

5 libri che voglio rileggere

Buon venerdì, lettori!
Siete pronti per il fine settimana? Io ne ho un disperato bisogno e anche se gli impegni non mancheranno, spero di riuscire a ricaricare le energie.
Oggi ho deciso di proporvi qualcosa di diverso dalle solite recensioni e segnalazioni, cimentandomi nelle liste (che a quanto pare piacciono molto) e stilando un piccolo elenco di titoli che vorrei rileggere al più presto.

Non so voi, ma io tendo sempre a dare la precedenza ai libri che non ho ancora letto, lasciando in disparte quelli che ho già letto e a cui desidero dare una seconda occasione. Forse il momento in cui li ho letti non era il migliore o forse la storia non mi aveva particolarmente colpita, ma mi piacerebbe fare questo "esperimento" per vedere se, a distanza di anni, qualcosa è cambiato.





















NON LASCIARMI di Kazuo Ishiguro » Questo libro l'ho letto diversi anni fa, se non sbaglio ero all'inizio delle superiori. Avevo aspettative molto alte, che sono state puntualmente deluse a causa della trasposizione cinematografica che avevo visto più volte prima di leggerlo. Ora, però, vorrei riprovarci, perché la storia raccontata mi piace molto e spero di apprezzare allo stesso modo anche lo stile dell'autore.

IL GIOVANE HOLDEN di J. D. Salinger » Avete presente quando a scuola vi dicono di leggere un determinato libro per le vacanze, senza magari porsi il problema dell'età e della maturità della persona? Ecco, per questo motivo non sono riuscita ad apprezzare questo romanzo. A dirla tutta, nemmeno ricordo di cosa parla, perciò direi che è tempo di rileggerlo e magari apprezzarlo come si deve.

NESSUNO SI SALVA DA SOLO di Margaret Mazzantini » In realtà nella mia libreria ci sono ben tre libri di questa autrice, ma ne ho scelto solo uno, quello che dal titolo mi ispirava di più. Per chi non lo sapesse, io e la Mazzantini non andiamo per niente d'accordo: non mi piace il suo stile e il suo modo di costruire le storie (di cui mi è rimasto davvero pochissimo), però quando li guardo mi chiedo se il mio approccio iniziale non fosse sbagliato. Quando comprai i suoi romanzi, questa autrice spopolava e le mie aspettative erano davvero altissime. Come potete ben immaginare, sono state puntualmente deluse, ma voglio scoprire se effettivamente non mi piace oppure l'ho disprezzata a causa del momento in cui li ho letti.

LA FATTORIA DEGLI ANIMALI di George Orwell » Come sapete, mi piace molto Orwell. Ho letto più volte 1984, era addirittura l'argomento della mia tesina di maturità, ma se mi chiedete cosa ricordo de La fattoria degli animali, la mia risposta sarà alquanto vaga. Per rimediare a questa situazione, la soluzione è rileggerlo con coscienza e una visione più matura del mondo.

CIME TEMPESTOSE di Emily Brontë » Sebbene questo libro io lo abbia letto tre anni fa, credo di non averlo apprezzato come si deve. Si tratta di un grande classico e io con i classici inizio ad avere un rapporto discreto solo adesso, perciò potrei provare a rileggerlo e vedere se la mia impressione cambierà.


Questi erano i cinque titoli che vorrei rileggere quanto prima. I vostri quali sono? 
Fatemelo sapere in un commento, io vi saluto, vi auguro un buon fine settimana e ci leggiamo nel prossimo post!

5 commenti:

  1. Che bello questo progetto di "rileggere libri che non sono piaciuti"! Io personalmente se un libro non l'ho amato lo metto da parte e lo dimentico... ma in effetti hai ragione, potrei averlo solo letto nel momento sbagliato!
    Tra questi ho letto - e amato - Cime Tempestose, è molto più bello di Orgoglio e Pregiudizio, secondo me. Il giovane Holden per me è un NO colossale, l'ho detestato letteralmente alle medie e non mi va nemmeno di dargli una seconda possibilità! =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, povero Holden, io l'ho davvero apprezzato. xD Quel "No colossale" mi ha spiazzato, non me l'aspettavo. Holden è un ragazzo con i suoi problemi, con il suo sconforto e la sua rabbia. L'ho apprezzato ancora di più un paio di anni fa, quando l'ho riletto perché ho ritrovato alcuni passaggi davvero ben scritti in cui, attraverso le sue parole e le sue teorie da adolescente, esprime tutta la sua ribellione, le cose della società "che non gli vanno giù", anche in maniera scostante, anche con le sue bugie. E alle fine ne è comunque vittima, come tutti, anche se tenta di opporsi alla corruzione di un'innocenza infantile. Ho letto passaggi molto belli, sempre ben contestualizzati nel carattere del personaggio, ma in ogni caso significativi. Magari il tuo giudizio negativo di allora è stato solo il tuo modo di "indossare il berretto da cacciatore di volpi con aria di sfida". O semplicemente non ti è davvero piaciuto, sono sempre gusti.
      La fattoria degli animali e Cime Tempestose vale la pena rileggerli perché sono davvero dei bellissimi libri.

      Elimina
    2. Cara Lara, sono fermamente convinta che il periodo in cui si legge un determinato libro influenzi molto l'esperienza di lettura!
      Secondo me è interessante scoprire, grazie alla rilettura, se un libro non ci è piaciuto per motivi specifici o semplicemente perché non era il momento giusto.
      Concludo rincuorando Francesco: rileggerò senz'altro Il giovane Holden e Cime tempestose, sono molto fiduciosa!

      Elimina
  2. La fattoria degli animali è l'ho preferito a 1984!
    Gli altri libri voglio leggerli anche io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io al momento ho un vivido ricordo di 1984, mentre non posso dire lo stesso de La fattoria degli animali, ma lo recupererò al più presto!

      Elimina