martedì 20 febbraio 2018

Segnalazione librosa: Spacefood

Buon pomeriggio, lettori!
Come state? Questa è la mia ultima settimana di vacanza prima dell'inizio delle lezioni e intendo sfruttarla al massimo. Oggi vi propongo la prima segnalazione dell'anno, presentandovi un romanzo di fantascienza umoristica intitolato Spacefood di Andrea Coco, edito da Scatole Parlanti. Scopriamolo insieme!


Autore: Andrea Coco
Casa editrice: Scatole Parlanti
Genere: Fantascienza umoristica
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 220
Prezzo: € 15.00
Link d'acquistoScatole Parlanti

Trama: Prendete il più celebre critico enogastronomico dell'Universo, Aner Sims. Aggiungete il famelico – in tutti i sensi – paladino della Flotta Spaziale, Augusto "Rock" Parboni. Portateli là, dove nessun giornalista si è mai spinto per una recensione, nei locali più estremi del Cosmo. La prima tappa è il "Ristorante che non c'è", dove per accedere occorre prima dimostrare le proprie capacità nell'eloquio, pena... la disintegrazione. Poi, assieme a Scilla Aliprand, responsabile del Servizio di Protezione Aziendale di una multinazionale, si parte alla volta del pianeta Znavel, dove occorre indagare sulla misteriosa scomparsa del grande cuoco Apuleius. I tre flâneurs delle tavole imbandite mettono a repentaglio la propria incolumità pur di soddisfare le curiosità gastronomiche e ritrovare gli antichi valori della ristorazione. Spacefood è fantascienza con contorno di citazioni musicali e un filo di humor extraterrestre.


L'autore

Andrea Coco è nato a Roma nel 1964, dove vive con la moglie e due figli. Dopo la maturità classica ha intrapreso l'attività giornalistica, occupandosi di varie tematiche. Attualmente lavora in una società di telefonia. Molteplici le sue pubblicazioni presenti su riviste e antologie dedicate alla fantascienza e al noir, nonché il contributo alla realizzazione dei concorsi letterari NASF del sito braviautori.com. Tra le sue ultime opere c'è una ghost story edita nell'antologia Allucinazioni urbane (L'Erudita) e un racconto di fantascienza nell'antologia Faximile 101 (Homo Scrivens).

Nessun commento:

Posta un commento