mercoledì 4 ottobre 2017

Recensione: Il circo della notte

Buongiorno, lettori!
Oggi finalmente riesco a proporvi la recensione di un libro che ho letto il mese scorso e su cui avevo grandi aspettative. Si tratta de Il circo della notte di Erin Morgenstern, edito da Rizzoli. Sarà riuscito a conquistarmi?


Autore: Erin Morgenstern
Casa editrice: Rizzoli
Genere: Narrativa
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 476

Trama: Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l'insegna in bianco e nero che dice: "Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all'aurora". È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l'umana fantasia dispiega l'infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l'albero dei desideri, il giardino di ghiaccio... Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all'unico scopo di dimostrare una volta per tutte l'inferiorità dell'avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l'uno dall'altra: l'amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.


RECENSIONE


Le Cirque des Rèves si presenta all'improvviso in qualche città del mondo, senza volantini  o cartelli ai lati delle strade che ne annunciano l'arrivo. Si tratta di un circo notturno, che apre i battenti al crepuscolo e li chiude all'alba e, quando il sole è alto nel cielo, sembra non esserci alcun essere umano al suo interno. 
Marco è solo un ragazzino quando viene adottato da una delle presenze più importanti all'interno del circo, da colui che gli insegnerà tutto ciò che dovrà sapere per essere un bravo illusionista ed essere in grado di maneggiare al meglio questa magia. Celia, invece, è figlia di un personaggio leggendario, che le insegnerà tutto sull'illusionismo. I due ragazzi, però, non sanno che sono in competizione e che la vittoria di uno dei due avrà conseguenze terribili.

Erin Morgenstern è riuscita senz'altro a creare un circo nel quale regna un'atmosfera magica. Tendoni bianchi e neri, dentro ai quali si mettono in scena spettacoli che lasciano a bocca aperta. 
Sebbene sia impossibile accedervi durante il giorno, Bailey riesce a farci scoprire anche gli angoli più remoti. Intrufolatosi per caso all'interno dei tendoni per vincere una scommessa con la sorella, farà un incontro che non riuscirà a dimenticare e che, dopo qualche anno, gli permetterà di conoscere meglio quel luogo così ricco di magia, ma non immagina di certo ciò che il destino ha in serbo per lui. 
Tra i vari personaggi di questo bizzarro circo, Marco e Celia sono quelli che ho trovato più superficiali, per non parlare della sfida che è in atto tra i due, davvero insensata e mal sviluppata. L'autrice descrive perfettamente il mondo del Cirque des Rèves, creando atmosfere uniche e facendo immergere completamente il lettore al loro interno. Purtroppo, però, quello che sembrava l'elemento più importante del romanzo - ovvero la sfida tra Marco e Celia - si è rivelato molto banale e quasi lasciato al caso. Ben più coinvolgente è la storia di Bailey, che è in grado di mostrarci anche le emozioni e i pensieri di questo ragazzino, il cui futuro è pieno di punti interrogativi.

Lo stile è semplice e coinvolgente. Vi sono numerosi salti temporali, ma fortunatamente non creano confusione e permettono una lettura fluida e lineare. Le mie aspettative sono state quasi del tutto soddisfatte, ad eccezione dell'elemento portante del romanzo che, come ho già detto, mi ha lasciata alquanto indifferente e che, a mio parere, non è stato approfondito abbastanza. 
Sebbene la lettura sia scorrevole, l'azione si concentra negli ultimi capitoli, dando una forte accelerata alla storia. 

Se siete alla ricerca di un libro che sappia trasportarvi in luoghi magici, tanto da farvi rimanere senza fiato, e siete curiosi di scoprire cosa accade dietro i tendoni de Le Cirque des Rèves, Il circo della notte fa al caso vostro.

Voto
★★★★✰

4 commenti:

  1. Questo libro mi ha sempre ispirato, ma non ho ancora avuto l'occasione di acquistarlo e leggerlo! Spero di farlo presto.
    Sono un nuovo iscritto e se ti va mi trovi qui https://bookscanchangeus.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, dopo tanta attesa, finalmente sono riuscita a leggerlo *-*
      L'ho acquistato grazie alla ristampa della Rizzoli (BUR) e sono stata molto felice di scoprire la storia che ha creato la Morgenstern. Te lo consiglio!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Sono felice che sia piaciuto anche a te!

      Elimina