mercoledì 14 giugno 2017

Recensione film: The Last Song

Buonasera, lettori!
Questa settimana sembra che i post vogliano essere pubblicati alla sera - o forse, in questi giorni, è l'unico momento libero che ho? Ad ogni modo, oggi voglio proporvi la recensione del film The Last Song, basato sull'omonimo romanzo di Nicholas Sparks, da troppo tempo nelle mie bozze. Sebbene questo autore mi piaccia davvero tanto, non ho ancora avuto modo di recuperare tutti - o almeno la maggior parte - dei suoi romanzi, ma piano piano ce la farò!


Regia: Julie Anne Robinson
Cast: Miley Cyrus, Liam Hemsworth, Greg Kinnear e molti altri...
Genere: Drammatico
Durata: 107 minuti
Anno: 2010

Trama: Ronnie e il fratellino lasciano New York per trascorrere un'estate nella casa del padre, su una spiaggia della Georgia. Da quando i genitori hanno divorziato, Ronnie si è chiusa in se stessa e non ha più aperto il pianoforte, sprecando un talento che da piccola l'aveva già consacrata fuoriclasse. Mentre il recupero del rapporto col genitore è più problematico, l'incontro-scontro con un atletico ragazzo del posto procede sentimentalmente a gonfie vele. Ma la tragedia è dietro l'angolo, poiché dietro la regia impercettibile di Julie Anne Robinson c'è un nome dalla personalità creativa marmorea, quello di Nicholas Sparks, che anche questa volta non fa sconti. 


RECENSIONE


Come ogni romanzo di Sparks, o film tratto da esso, armarsi di fazzoletti è sempre una buona idea. Questo film l'ho visto per la prima volta al cinema nel lontano 2010, ma lo riguardo sempre con piacere. The Last Song racconta la storia di Veronica (Ronnie), un'adolescente dal carattere difficile, e Noah, il suo fratellino. Entrambi si trasferiscono dal padre per l'estate, iniziando una convivenza non proprio pacifica. Ronnie è insoddisfatta, vorrebbe trovarsi in qualsiasi luogo eccetto che in quella casa, mentre Noah apprezza la compagnia del padre che non vedeva da tempo.
Tutto però sembra cambiare quando Veronica conosce Will in spiaggia. Lei, che in un primo momento fa di tutto per evitarlo, lo lascerà avvicinare e magari troverà in lui un compagno perfetto per passare l'estate. Ma quando tutto sembra andare per il meglio, le verità tenute nascoste verranno svelate e i problemi non esiteranno a presentarsi. 

Estate, mare e amore. Così potrei riassumere questo film, ma proprio come come la vita a volte ci gioca brutti scherzi, anche l'estate di Ronnie verrà totalmente scombussolata da un'avvenimento improvviso: la malattia. Quella ragazzina adolescente e ribelle, sempre pronta a ribattere e a scappare il più lontano possibile dalla propria famiglia, crescerà, si aprirà con le persone che le dimostreranno affetto e finalmente abbandonerà quell'atteggiamento immaturo e fastidioso.
Dovrà inoltre farsi carico dei problemi, stare vicino al padre e superare una perdita, cosa che non sarà facile né per lei, né per Noah. E proprio nel momento più buio, ricomincerà a suonare, ritrovando una compagna di vita, la musica, che aveva abbandonato da tempo, e sarà proprio questa che legherà ciò che resta e ciò che è andato via per sempre. 
Ho trovato davvero molto buona l'interpretazione di Bobby Coleman nei panni di Noah, che mi ha strappato un sorriso e fatto commuovere in più occasioni, così come tutta la seconda parte del film, che mi colpisce ogni volta dritto al cuore. Come sempre, Sparks riesce a creare storie d'amore bellissime, ma con un pizzico di tristezza e drammaticità dietro l'angolo. 
La storia è molto scorrevole, coinvolgente ed emozionante, con un finale aperto che lascia allo spettatore il compito di immaginare un possibile futuro dei protagonisti. 
Se non l'avete ancora visto, se avete letto il libro o amate questo autore e le sue storie, vi consiglio di dare una possibilità a questo film.

Voto
★★★★✰

6 commenti:

  1. Molto bello anche il film, ma non ti nascondo ho priferito il romanzo ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non l'ho ancora letto, ma conto di farlo al più presto!

      Elimina
  2. Io amo Sparks e devo dire che spesso i film sono belli quanto i suoi libri. Questo in particolare è uno dei miei preferiti. Emozionante e bellissimo davvero. Lei all'inizio mi sta un pò antipatica però è bellissimo vedere il percorso di crescita della ribelle Ronnie a quello di ragazza matura e giudiziosa. Certamente l'affetto del padre e l'amore di Will l'hanno resa migliore ed è un bel messaggio nonostante la fine sia drammatica come quasi tutti i libri di Sparks

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione! Anche io ho apprezzato molto la crescita del personaggio di Ronnie, così come il legame tra padre e figlia che si solidifica e l'amore che sboccia tra lei e Will. Drammatica la fine, ma c'era da aspettarselo!

      Elimina
  3. Ciao Silvia! Adoro Sparks e non mi perdo mai un suo libro! Questo film l'ho trovato bello, emozionante quasi quanto il libro e spero facciano altri film di Sparks in futuro <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess ❤
      Anche a me piace molto Sparks, ma purtroppo devo ancora recuperare un po' di titoli! I film tratti dai suoi romanzi, come The Last Song o Dear John, mi sono piaciuti molto, spero continuino a farne *-*

      Elimina