lunedì 6 marzo 2017

Recensione: Orgoglio e Pregiudizio

Buon pomeriggio, lettori!
Finalmente ho un attimo di tempo per recuperare una recensione in arretrato e direi che non c'è modo migliore di iniziare una nuova settimana, che parlando di un libro tanto bello quanto famoso. 
Come sapete, ho partecipato al progetto di Susy, che oltre a tirarmi fuori da un momentaneo blocco del lettore, mi ha permesso di leggere un romanzo che rimandavo da troppo tempo. Come vi avevo promesso, oggi vi parlo di Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen.


Autore: Jane Austen
Genere: Romanzo rosa
Formato: Ebook
Numero pagine: 365

Trama: La signora Bennet cerca affannosamente di sistemare le cinque figlie con un buon matrimonio. E quando in una tenuta vicina arriva Fitzwilliam Darcy, ricco e misterioso, burbero ma affascinante, la società locale va in fibrillazione. Chi non si lascia ammaliare è la seconda delle sorelle Bennet, Elizabeth. Intelligente e spiritosa, non desidera passare la vita tra un ballo, un tè e pettegolezzi insignificanti. Elizabeth sogna l'amore, e forse proprio l'ombroso Darcy è l'uomo giusto... Orgoglio e Pregiudizio è il capolavoro della Austen, un irresistibile ritratto della società inglese all'alba del Romanticismo, una storia d'amore raccontata con grazia e sottigliezza psicologica.


RECENSIONE


Elizabeth Bennet è una ragazza intelligente e spigliata. Vive con la sua famiglia a Longbourn, nell'Hertfordshire, ed è la secondogenita di Mr. e Mrs. Bennet. Ha un forte legame con la sorella maggiore Jane, molto bella e dall'animo gentile, mentre è più distaccata dalle tre sorelle minori, Mary, Catherine e Lydia. Un giorno, nel vicinato, arriva una faccia nuova e Mrs. Bennet fa di tutto per scoprire di chi si tratta. E' Mr. Bingley, un giovanotto di bell'aspetto che ha affittato la tenuta di Netherfield. Dopo un incontro iniziale, vengono tutte invitate al ballo a Netherfield e lì avranno modo, in particolare Jane, di approfondire la conoscenza con Mr. Bingley.
Quest'ultimo è sempre accompagnato da un caro amico, Mr. Darcy, che sin da subito mostra un carattere sprezzante e orgoglioso. La sua attenzione viene inaspettatamente attirata da Elizabeth, che si rivolge a lui con modi gentili, ma senza favoritismi, come invece le altre persone sono solite fare. Lei, però, viene subito frenata dal pregiudizio che ha di lui, considerandolo troppo egoista e orgoglioso per rivolgere l'attenzione ad una ragazza come lei. Tra lacrime e ripensamenti, riusciranno le sorelle Bennet a soddisfare il desiderio della madre di vederle maritate?

Jane Austen, sin dalle prime pagine, trasporta il lettore all'interno della storia. Ci presenta subito la famiglia Bennet, composta da Mr. Bennet, un uomo capace, ma che non si prende troppo sul serio, e Mrs. Bennet, una bella donna, ma non molto intelligente, il cui peggior difetto è l'impertinenza.
Jane ed Elizabeth sono le sorelle maggiori, più intelligenti e ragionevoli rispetto alle tre minori, senza dubbio più ingenue e avventate.
Jane, dolce e gentile, rimane molto delusa dalla decisione di Mr. Bengley di lasciare Netherfield senza darle una spiegazione, né una speranza. Elizabeth, invece, incontrerà fin troppo spesso Mr. Darcy, la cui presenza non è affatto gradita, almeno all'inizio.
La sua idea e i suoi sentimenti su questo gentiluomo cambieranno gradualmente, grazie agli avvenimenti e alle spiegazioni che riceverà.
L'ambientazione si sposta da Longbourn a Londra, da Pemberley a Rosings, sempre in ambienti signorili ed eleganti. Oltre all'immediato coinvolgimento, ho adorato il modo in cui la Austen descrive e sostiene i suoi personaggi durante tutto il romanzo, rendendoli più reali grazie ad una descrizione a tutto tondo. Abbiamo la possibilità di vederli in momenti di gioia, ma anche di tristezza e angoscia per il futuro che li attende. Riesce a far sembrare Elizabeth e Jane tanto piacevoli, così come Mrs. Bennet e Lydia davvero insopportabili.
Nonostante la moltitudine di personaggi, il lettore non viene distratto dalla storia e non si crea alcuna confusione. Lo stile della Austen è davvero piacevole, scorrevole e coinvolgente, descrittivo al punto giusto, tanto da far desiderare di continuare la lettura senza fermarsi mai.
Questo è stato il primo romanzo che ho letto di questa autrice e vi assicuro che mi sto ancora chiedendo che cosa stessi aspettando a leggerlo, perché ho atteso così tanto.
Oltre che di straordinario successo, anche di straordinaria bellezza, Orgoglio e Pregiudizio è una perla da non perdere. 

Voto
★★★★★

8 commenti:

  1. Ciao, ho letto per la prima volta questo romanzo che ero molto piccola, ero in quinta elementare, ma da allora ha sempre ricoperto un posto speciale tra i miei "romanzi preferiti" :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, eri davvero piccola!
      Io l'ho scoperto solo ora, ma è stata davvero una bellissima lettura che porterò nel cuore. Inoltre, non vedo l'ora di leggere gli altri romanzi della Austen *-*

      Elimina
  2. Io ho letto questo libro tardi... solo l'anno scorso! A scuola non me lo avevano mai fatto leggere... Cmq sono rimasta davvero affascinata da TUTTO! storia, stile e scrittura! Lo adoro! E' perfetto per delle inguaribile romantiche come me!

    Io invece ho letto "Il paese senza adulti", un libro che mi ha davvero emozionato e credo che me lo porterò con me per tutta la vita...
    Ti lascio qui la mia recensione se ti va di passare: http://bookisallyouneediaia.blogspot.it/2017/03/pronto-book-talk-12-il-paese-senza.html

    A presto! -iaia-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno a me lo hanno fatto leggere a scuola e devo ringraziare Susy per la spinta che mi ha dato a leggerlo. Mi sono trovata davanti ad un romanzo che credevo totalmente diverso, invece la Austen mi ha affascinata moltissimo fin da subito *-*

      Elimina
  3. CIao Silvia,
    sono davvero contentissima che questo libro ti sia piaciuto! Io lo adoro e leggere che ha trasmesso emozioni positive anche agli altri mi rende molto felice.
    Adesso di suo metti in lista Persuasione e Ragione e Sentimento che di sicuro meritano di essere letti anche loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazie immenso a te, che mi hai spinto a leggerlo e mi hai fatto conoscere la bellezza dei romanzi della Austen ❤
      Ho già Ragione e Sentimento sullo scaffale, ma recupererò senza dubbio anche gli altri!

      Elimina
  4. Ciao Silvia, sono davvero felicissima che Orgoglio e Pregiudizio ti sia piaciuto! Io ho avuto un incontro un po' faticoso con Jane, perché avevo tentato di leggere Ragione e Sentimento e, all'epoca, non mi era piaciuto molto. Poi, qualche anno dopo, una mia collega mi ha prestato la sua copia di Persuasione e mi si è aperto un mondo! Da allora ho letto tutti i romanzi di Jane Austen e, per quanto Ragione e Sentimento non sia tra i miei preferiti (colpa anche del magistrale lungometraggio), ne sono rimasta comunque soddisfatta! Quindi, come Susy, ti consiglio anche io Persuasione e magari, se hai voglia di vedere tutta la sottile ironia della Austen, ti suggerisco anche l'Abbazia di Northanger. :D Un bacione fanciulla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per tutti i preziosi consigli ❤
      Devo ammettere che mi aspettavo uno stile totalmente diverso, ma sono rimasta piacevolmente sorpresa nello scoprire che mi sbagliavo.
      Sicuramente approfondirò la mia conoscenza con la Austen leggendo altri romanzi, tra cui sicuramente Ragione e Sentimento che mi aspetta sullo scaffale!

      Elimina