venerdì 31 marzo 2017

Come leggo un libro: i miei 5 modi di affrontare una nuova lettura

Buon pomeriggio e buon venerdì a tutti!
Finalmente il fine settimana è alle porte, perché in questi giorni, non so come, ero sempre di fretta e almeno oggi posso sedermi davanti al PC e dedicarmi al blog. Come promesso, vi propongo un post chiacchiericcio dedicato ai modi di affrontare la lettura di un libro. Sarà una cosa scontata, ma non tutti affrontiamo la lettura di un libro nello stesso modo e penso sia curioso scoprire le abitudini di ognuno di noi. Ecco quindi i miei 5 modi di affrontare la lettura di un libro.



La scelta di una nuova lettura è al tempo stesso entusiasmante e difficile. Occorre capire quale genere si avvicina di più al nostro umore del momento o semplicemente di quale libro abbiamo bisogno. Vogliamo avventurarci in un classico? Oppure abbiamo bisogno di una lettura che ci distragga per un po' da tutte le preoccupazioni della vita quotidiana? Come dicevo, non sempre è facile scegliere il prossimo libro che leggeremo. Per quanto mi riguarda, molto spesso scelgo la lettura in base alla stagione in cui ci troviamo. I libri che raccontano una storia più leggera e solare solitamente li rimando all'estate, mentre per quelli ambientati in stagioni fredde o i thriller, molto spesso aspetto il periodo invernale. La scelta del libro è solo il primo passo verso l'avventura in cui saremo trascinati grazie all'autore. Ma come inizio e proseguo la lettura?

Lettura a ruota libera, ergo niente programmi o imposizioni
Ci sono persone che programmano le proprie letture, imponendosi di leggere un tot di pagine o di capitoli al giorno. Altre, invece, leggono senza alcuna regola e tra queste rientro io. Se il libro che sto leggendo mi coinvolge, mi piace e il tempo libero che ho a disposizione me lo permette, lo finisco nel giro di poco tempo. Nel caso in cui la storia non mi intrighi in modo particolare, procederò a ritmo più lento. 

Il piacere di godersi la storia 
Se decido di iniziare la lettura di una trilogia o, caso più raro, di una serie, so già che dedicherò le future settimane ai volumi successivi. Come sapete, preferisco aspettare che vengano pubblicati tutti i volumi di una serie per poi comprarli e leggerli uno dietro l'altro, perciò raramente intervallo la lettura con altri libri. 

Un libro alla volta, grazie!
Non ho mai letto più di un libro alla volta, anche se molte persone lo fanno e per questo le ammiro molto. Questa scelta è dovuta al fatto che se leggessi più di un titolo alla volta confonderei le storie e i personaggi, finendo solo per aver una gran confusione in testa. Una piccola eccezione, però, può esserci nel caso si tratti di un romanzo e di una raccolta di racconti. In quel caso, riesco a leggerli parallelamente.

La speranza è l'ultima a morire
Purtroppo può capitare che un libro non ci prenda per niente e noi ci ritroviamo a procedere a rilento, sperando che qualcosa accada e che la storia migliori. Nel mio caso, sono quasi sempre determinata a terminare il libro, anche se non mi piace o non mi prende. Detesto lasciare i libri a metà, ma devo ammettere che qualche volta è capitato.


Allora lettori, voi come affrontate una nuova lettura? Quali abitudini avete? Lasciate i libri a metà o siete anche voi determinati ad arrivare all'ultima pagina? Fatemelo sapere in un commento, io vi auguro un weekend pieno di letture! Ci rileggiamo nel prossimo post!

14 commenti:

  1. ciao! Concordo su ogni singolo punto del post: anche io tendo a non programmare le mie letture ma vado a "sentimento" e a desiderio, le serie le inizio e finisco nel giro di poco tempo e non leggo più di un libro per volta. La lettura è un'esperienza personalissima e di relax, andrebbe affrontata liberamente e senza tabù o imposizioni ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d'accordo!
      Per quanto mi riguarda, non riesco a darmi scadenze per le letture e se ci provo, finisco con il mettermi ansia da sola.

      Elimina
  2. Anche io leggo un libro alla volta proprio per il tuo stesso moivo: temo di confondere poi storie e personaggi. E già spesso poi non mi ricordo a che punto ero arrivata il giorno prima e devo rileggere le ultime frasi, se dovessi fare così con due o più libri addio, il caos.
    In passato mi è capitato di lasciare a metà dei libri, ma negli ultimi anni cerco di portarli a termine comunque se me ne capita uno la cui lettura mi risulta tediosa e questo mi fa procedere molto lentamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io rileggo sempre le ultime righe della pagina in cui sono arrivata, non preoccuparti, e a volte mi è capitato di abbandonare la lettura di un libro. Negli ultimi anni non è mai successo, ora tendo a prendere in biblioteca i titoli su cui sono più incerta, così non mi sento in colpa! xD

      Elimina
  3. Anch'io odio lasciare i libri a metà... raramente, però è accaduto! Proprio non ce la facevo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vita è troppo breve e là fuori ci sono troppi titoli da leggere per perdere tempo dietro a qualcosa che non ci piace ❤

      Elimina
  4. Ciao Silvia,
    ancora una volta mi ritrovo daccordo in tutto quello che hai detto.
    Leggo i libri fino in fondo perchè non mi piace lasciarli a metà, non ci sono imposizioni e leggo quanto voglio e anche a me piace avere prima tutti i libri di una serie e poi cominciare perchè detesto aspettare un lasso di tempo infinito tra una lettura e l'altra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ce la farei ad aspettare la pubblicazione di ogni volume, specialmente in Italia, dove bisogna aspettare mesi, se non anni!
      Io tendo sempre a finire i libri, soprattutto se sono miei e li ho comprati. Per quelli della biblioteca posso fare un'eccezione.

      Elimina
  5. Ciao Silvia. Hai sempre delle idee estremamente stimolanti per i tuoi post! Complimenti! Io sono una lettrice lenta per antonomasia, mi piace leggere con i miei tempi, per assaporare bene i testi e rifletterci sopra. Quindi le uniche scadenze che considero sono quelle della biblioteca! Tendo anche ad abbandonare libri che proprio non mi piacciono. Per esperienza, preferisco tirare avanti almeno per il primo centinaio di pagine e poi, se non scatta la scintilla, mollo il libro e passo a qualcos'altro. Inutile torturarsi, soprattutto perché potrei rovinarmi la lettura di un libro che non è brutto di per sé ma che semplicemente non sono pronta a leggere. Mi è già capitato con altri autori, quindi ora non forzo la mano. Se non mi piace aspetto e lo riprendo successivamente. Poi se è brutto, continuerà ad essere brutto anche in futuro, no? Infine, io leggo contemporaneamente più libri, ma di solito abbino romanzo e saggio, o romanzo impegnativo e romanzo più semplice, in modo da defaticare la mente. Un bacione fanciulla! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio ❤
      Dovrei prendere esempio da te, leggere le prime 100 pagine e se non mi prende, lasciarlo da parte. A volte semplicemente non è il momento giusto per un determinato titolo e non c'è nulla di male a rimandare. Poi, come dici tu, se un libro è brutto, è brutto anche dopo anni!
      Come ho scritto, l'unico abbinamento che ho fatto per leggere due libri insieme è quello romanzo - raccolta di racconti e sembra funzionare!

      Elimina
  6. Ciao Silvia! Hai perfettamente ragione, ognuno di noi si approccia alla lettura in modo del tutto differente e la tua analisi mi è piaciuta molto. Solitamente non mi pongo mai programmi, leggo quel che mi va e per tutto il tempo che ho a disposizione, quindi nel caso delle serie se ne inizio una già conclusa non è detto la legga tutta di fila, a volte possono passare mesi prima che la finisca (l'unica eccezione è quando posseggo già tutti i libri in formato cartaceo). Mi è capitato qualche volta di leggere più libri contemporaneamente, massimo due, ma raramente mi succede perché preferisco iniziare e finire un libro. Mi riesce difficile anche mollare una lettura, sebbene non mi appassioni, a meno che non sia proprio orribile xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess ❤
      Per quanto riguarda le serie, io preferisco sempre il formato cartaceo e ciò mi permette di leggere i volumi uno dietro l'altro. In questo modo mi sento più immersa nella storia e sono sicura di non perdere niente per strada! Anche io non sono solita leggere due libri per volta, preferisco dedicarmi interamente ad uno solo!

      Elimina
  7. All'inizio, anch'io leggevo un libro per volta, poi ho preso l'abitudine di leggerne due: uno cartaceo a casa ed uno ebook quando sono fuori (tipo lavoro - spesa - dentista - insomma quando devo aspettare).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo sistema non sembra niente male! Io di solito me li porto dietro, ma un giorno mi piacerebbe provarlo, specialmente se dovrò affrontare un mattone!

      Elimina