lunedì 30 gennaio 2017

Release Party: Loving The Demon di Nicole Teso

Buongiorno e buon inizio settimana, lettori!
Avete trascorso un buon weekend? Quale libro vi ha tenuto compagnia?
Io ho continuato la lettura del libro che ho sul comodino, di cui troverete la recensione nei prossimi giorni. Oggi invece ho il piacere di partecipare al Release Party del libro di Nicole Teso, Loving The Demon, parlandovi di un aspetto del romanzo che a me incuriosisce sempre molto: l'ambientazione




Titolo: Loving The Demon
Autore: Nicole Teso
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Dark Romance
Formati disponibili: Ebook / Cartaceo
Data di pubblicazione: 30 gennaio 2017

Trama: Las Vegas era l'occasione per iniziare una nuova vita e seppellirmi il passato alle spalle.
Non avrei mai potuto immaginare che sarei stata rapita e rinchiusa in una cella buia, pronta a diventare una schiava del piacere.
Jake Evans mi distruggerà, piegandomi ai suoi desideri e consumando la mia anima.
Lui è la mia condanna a morte.
Lei avrebbe dovuto essere una prigioniera come tutte le altre, pronta a soddisfare i desideri dei miei clienti.
Non avrei mai potuto immaginare che mi avrebbe dato così tanto filo da torcere.
Brittany Moore sta sfondando le barriere nella mia testa, facendomi crollare e riportando a galla un passato che credevo sepolto.
I demoni mi stanno reclamando...
Lei è il mio tormento.

LOVING THE DEMON - AMBIENTAZIONE


La storia che vede come protagonisti Jake e Brittany è ambientata a  Las Vegas, nello stato del Nevada, ma più precisamente in un luogo molto particolare, nascosto agli occhi delle persone, ma grande abbastanza per viverci: un bunker. Solitamente ci viene subito in mente un luogo freddo, angusto e che presenta condizioni che non permettono alla vittima di sopravvivere, ma vi assicuro che stavolta sarà diverso. In questa mini intervista, l'autrice Nicole Teso ci racconta a cosa si è ispirata e il perché di queste scelte. Iniziamo!

Una città famosa e immensa come Las Vegas... E' stata una scelta casuale o c'è un motivo ben preciso?
Las Vegas mi ha sempre affascinata a causa della sua fama. Quale posto migliore a far da sfondo ad una storia tormentata, se non la città del peccato? E' stato per questo motivo che l'ho scelta, perché non c'è altro posto al mondo che mi venga in mente se penso all'eccesso. 
Chi lo sa, forse prima o poi, andrò a visitarla. 

Brittany è tenuta prigioniera in un bunker, perché proprio questo posto e non uno scantinato o una casa isolata?
Qualche anno fa, su Pomeriggio 5 vidi un'intervista di una donna rumena che raccontava la storia di come un'agenzia le avesse promesso un lavoro e un'esistenza dignitosa qui in Italia, ma che in realtà si ritrovò in mezzo ad un giro di mafia e prostituzione, impossibilitata ad uscirne. 
Ho iniziato a lavorare su quest'idea, decisa a creare una storia dove la protagonista si ritrovasse invischiata in un giro di prostituzione di alto livello, pur sapendo che non avrei mai voluto che Brittany fosse costretta a prostituirsi in strada. E' da qui che è nata l'idea del bunker e del club esclusivo ristretto ad una cerchia di uomini di un certo livello. 

Il bunker è ispirato ad un luogo reale. Anche nella storia è grande e ben arredato, con tutte le comodità? Perché?
La prima cosa che ho fatto quando ho cominciato a scrivere Loving the demon è stato catalogarmi sulla città di Las Vegas. 
Un pomeriggio, girando qui e lì nel web mi sono imbattuta nell'articolo di uomo che nel secondo periodo della guerra fredda, per paura che la sua casa venisse colpita da una bomba, costruì un bunker sotterraneo di gran lusso con tutte le comodità di una casa normale. 
Ho associato questo posto all'idea del club privato che avevo in partenza e da qui, si è formata a trecentosessanta gradi, l'ispirazione per il luogo. 
Il bunker del mio romanzo però è molto più cupo e tenebroso, rispetto a quello dell'articolo che gira in rete. 


Vi lascio qualche immagine del bunker reale che ha ispirato Nicole. Cosa ve ne pare?

La casa dall'esterno

Il bunker all'interno


Devo ammettere che sono rimasta molto sorpresa, chi ha creato questo bunker di certo non voleva farsi mancare nulla! Allora, pensate ancora che sia un luogo freddo, angusto e per niente accogliente?

Qui si conclude la tappa del Release Party, che spero vi sia piaciuta e vi abbia incuriositi. Loving The Demon è un romanzo che gli amanti del dark romance non devono lasciarsi sfuggire!
Di seguito troverete le tappe degli altri blog partecipanti, tutte molto interessanti, che vi consiglio di visitare per conoscere meglio gli aspetti del romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento