sabato 5 novembre 2016

Share Your Blog: Books and More

Buon sabato a tutti, amici lettori!
Come state? Avete già pensato cosa farete in questo weekend? Qui, inevitabilmente, piove, ma sono riuscita comunque a trovare qualcosa da fare in questi due giorni. Ieri alla fine sono riuscita a pubblicare le novità cinematografiche dopo la mezzanotte, ma almeno sono online!
Oggi, come sapete, è tempo invece di una nuova intervista per Share Your Blog e, non so perché, mi sembra sia passato tantissimo tempo dall'ultima intervista... L'ospite di oggi è Milena, che è tornata a trovarci e con cui sarò felice di scambiare quattro chiacchiere in compagnia di voi lettori, in modo da conoscerla meglio e conoscere anche il suo blog, Books and More. Iniziamo subito!

Create your own banner at mybannermaker.com!

Il mio blog sta per compiere due anni, ed è nato un po' come "vetrina" per i miei racconti, un po' come "diario" su cui scrivere i miei pensieri, soprattutto su libri e film. Nel tempo si è un po’ modificato, perché vorrei che esso fosse non più solo un luogo dove io possa scrivere quello che mi passa per la mente, ma un angolo di web che possa avere anche una minima utilità; ultimamente per esempio ho creato una nuova sezione sulla storia e letteratura USA, che spero possa essere, oltre che interessante, anche istruttiva.

1. La lettura è sempre stata la tua grande passione sin da bambina/o?
Assolutamente sì. Uno dei ricordi più belli che conservo dell'infanzia sono le letture in camera di mia nonna; all'epoca lei abitava con noi, e la sera molto spesso andavo a leggere da lei prima di dormire. I libri erano sempre gli stessi, che ho letto e riletto milioni di volte: Piccole Donne, Peter Pan, Il Mago di Oz, I Tre Moschettieri, La Piccola Principessa... Il piacere della lettura ha continuato ad accompagnarmi nel corso degli anni, ho scoperto autori che mi hanno fatto appassionare e storie che mi sono entrate nel cuore. Ma quei romanzi, letti mentre lei ricamava, nella tranquillità della sera... beh, quelli sono un amore che non finirà mai.

2. Se dovessi consigliare un libro ad una persona che non ama leggere, quale sceglieresti?
Beh, non è facile. In ogni caso credo che consiglierei una raccolta di racconti; potrebbe essere un classico (Edgar Allan Poe, Bierce o Doyle, per esempio), oppure una raccolta di qualche scrittore moderno (King o Deaver tra gli altri) ancora di esordienti italiani (che spesso producono vere e proprie perle purtroppo poco valorizzate). Come diceva Poe, un racconto si legge in un'unica sessione e ciò permette di gustarlo al meglio; inoltre un racconto, proprio grazie alla sua brevità, "spaventa" meno e potrebbe essere utile a invogliare qualcuno non particolarmente amante della parola scritta a non "mollare la presa", a proseguire nella sua scoperta del meraviglioso mondo della lettura.

3. Qual è il libro che senti talmente nel cuore tanto che potresti averlo scritto tu stessa/o?
Anche questa è una domanda difficile... Diciamo che è complicato dare una risposta univoca, poiché sono davvero tanti i libri che mi sono rimasti nel cuore, innanzi tutto quelli che leggevo da bambina. Quindi Peter Pan o Il Mago di Oz, libri che tante volte mi hanno tenuto compagnia anche nei sogni. Parlando di letture più "mature", ricordo di aver provato sensazioni simili quando ho letto alcune opere del mio autore preferito, Stephen King, come IT, L'Ombra dello Scorpione, Il Talismano o la saga della Torre Nera; insomma, ce ne sono davvero un mucchio!

4. Quando hai aperto il blog hai agito d'istinto oppure era un progetto a cui pensavi da tempo? Cosa ti ha spinto a creare un blog tutto tuo?
Era un progetto in cantiere da molto, ma che non avevo il coraggio di attuare. Sono sempre stata poco incline a mettermi in gioco; i primi racconti che ho scritto sono rimasti rigorosamente chiusi in un cassetto, e anche quando hanno iniziato a prendere la loro strada lo hanno fatto sotto l'ala protettrice di uno pseudonimo. Poi però sono riuscita a superare questo "blocco" e ad aprirmi infine una finestra virtuale. E vi garantisco, ora che l'ho fatto non tornerei più indietro.

5. Quale tipo di post adori scrivere?
Quelli che "danno" qualcosa. Mi spiego. Recentemente, come dicevo poco fa, ho aperto una nuova rubrica; si intitola USA books… and more ed è il mio personale contributo alla storia e letteratura degli Stati Uniti d'America. La rubrica unisce due delle mie passioni: gli USA e la loro letteratura (sono laureata in lingua e letteratura nordamericana) e l'insegnamento. Mi piace insegnare, raccontare aneddoti o spiegare ciò che sta dietro a un lavoro, un racconto, un romanzo; le prime "puntate" della nuova rubrica hanno tutte a che fare con la storia e mi è piaciuto creare qualcosa che magari può essere utile a qualche studente in cerca di appunti ;)

6. Recensisci tutti i libri che leggi, oppure solo quelli che ti sono piaciuti particolarmente?
In linea di massima tutti, anche se faccio davvero fatica a scrivere recensioni negative... Per contro, non riesco a scrivere bene di un libro che non mi è piaciuto, quindi se vedete un libro recensito sul mio blog, generalmente significa che l'ho apprezzato (ho pubblicato anche un paio di commenti negativi, ma sono rari come le mosche bianche!)

7. Con quale criterio decidi di pubblicare prima un post e poi un altro?
Dipende. Se si tratta di recensioni è molto più semplice: man mano che finisco un libro ne posto la recensione. Per altre rubriche (come USA books… and More o la vecchia KINGvsKING, in cui confrontavo diversi libri di Stephen King), seguo invece un certo ordine cronologico.

8. Quanto è importante per te il commento dei lettori al tuo blog?
Fondamentale. Il commento è l'unico modo che ho per capire se sto facendo le cose per bene oppure no. Purtroppo non posso dire di ricevere molti commenti ai miei post; spero che le cose cambino, vorrei davvero sentire il parere dei miei amici lettori! Fatevi sentire, c'è posto per tutti, vi aspetto! :)

9. L'ingresso nella comunità dei blogger è stato come te lo aspettavi, oppure ti ha sorpreso (in negativo oppure in positivo)?
È stato migliore. Verrebbe da pensare che ci sia una competizione spietata all'ultima condivisione o all'ultimo like. Invece la comunità dei blogger mi ha stupito per la costante collaborazione e l'aiuto reciproco. Questa tua iniziativa, Silvia, ne è un esempio lampante.

10. Secondo te quale sarà il punto di forza del tuo blog? In cosa vuoi differenziarlo dagli altri?
Come dicevo poco fa, vorrei "dare" qualcosa; per ora si tratta di "lezioni" (anche se definirle tali è un po' eccessivo, diciamo che sono più che altro chiacchierate) su storia e letteratura, più avanti chissà... se qualcuno ha suggerimenti, rubriche informative che vorrebbe poter trovare, me lo faccia sapere; se ne avrò le capacità sarò ben lieta di accontentarvi.


Purtroppo le nostre chiacchiere con la gentilissima Milena terminano qui, ma sono sicura che ci saranno altre occasioni. Io sono molto curiosa di leggere la nuova sezione dedicata alla letteratura americana e voi? Per chi ancora non conoscesse il blog di Milena, vi consiglio di non aspettare oltre e cliccare subito sul banner là in altro: non ve ne pentirete!
Io vi ricordo l'appuntamento con la prossima intervista che è fissato per martedì e vi auguro di passare un bel fine settimana!


APPUNTAMENTI PRECEDENTI



Nessun commento:

Posta un commento