venerdì 14 ottobre 2016

TAG: The Coffee Book Tag

Buon pomeriggio e buon venerdì, cari amanti dei libri!
Oggi è la giornata perfetta per starsene sotto le coperte con un bel libro, magari anche con una tazza di caffè a portata di mano, e leggere, leggere, leggere!
Parlando di caffè, ho scovato questo carinissimo book tag sul canale YouTube di Matteo Fumagalli - che se non conoscete, vi invito a guardare i suoi video, io lo trovo geniale! - e che ho pensato si addicesse ad una bevitrice di caffè come me. Siete pronti a scoprire le varie miscele? Iniziamo subito!

THE COFFEE BOOK TAG


NERO: Una serie difficile da iniziare, ma con fans sfegatati
Come sapete, non ho ancora letto la saga di Harry Potter, il maghetto più famoso che conta milioni di fans in tutto il mondo. Quello che non sapete, però, è che un giorno, all'età di nove o dieci anni, provai per puro caso a leggere le prime pagine di Harry Potter e la pietra filosofale. Da quanto ricordo, non mi entusiasmò più di tanto e lo abbandonai dopo nemmeno un capitolo. So che molti di voi si staranno disperando - ma come si fa a non amare Harry Potter?! Sei pazza! -, ma penso che prima o poi darò a questa saga una possibilità.


MOCHA ALLA MENTA PEPERITA: Un libro che diventa più popolare durante l'inverno o i periodi di festa
Piccole Donne è un libro che immagino sempre di leggere quando fuori nevica, davanti al camino e con una tazza di cioccolata calda in mano. E' una lettura che porto nel cuore, lo lessi da bambina e lo trovai davvero meraviglioso. Dovrei averlo anche in giro per casa, magari a Natale lo ritrovo e mi concedo una giornata con le sorelle March.


CIOCCOLATA CALDA: Il tuo libro per bambini preferito
Pur avendo amato i libri di Geronimo Stilton, uno dei libri che ho letto da bambina, che mi aveva colpito così tanto e che ancora oggi ricordo, è sicuramente Amiche per la pelle.
E' stata una lettura in grado di tenermi incollata alle pagine, per non parlare del finale che mi lasciò senza parole!


DOPPIO ESPRESSO: Un libro che ti ha tenuto incollato alle pagine all'inizio alla fine
A differenza di L'estate del coniglio nero, Bunker Diary mi ha coinvolta moltissimo, fino a farmi entrare dentro la storia. E' una lettura un po' claustrofobica, se vogliamo definirla così, che in certe parti mi ha quasi ricordato Saw -L'enigmista, ma molto più pacato. Una storia che entra nella mente del lettore, trasportandolo nel bunker, torturandolo psicologicamente. Vi assicuro che una volta terminato, mi ci sono voluti due giorni per capacitarmi di averlo concluso e metabolizzare il tutto.


STARBUCKS: Un libro che vedi ovunque
Questa serie è stata sulla bocca di tutti per un bel po' di tempo e, girando nelle diverse librerie, è inevitabilmente in bella vista sugli scaffali. Non ho mai affrontato la Todd e non credo di volerlo fare, non è il mio genere e, nonostante ci sia chi la ama e chi la odia, preferisco rimanere nell'ignoranza.


OPS, PER SBAGLIO HO PRESO UN DECAFFEINATO!: Un libro dal quale ti aspettavi di più
Pur avendo letto e sentito opinioni molto positive su questo libro, anch'esso molto gettonato qualche anno fa, per me Bianca come il latte, rossa come il sangue è stata una grande delusione.
La storia è buona, ma non mi è piaciuto com'è stata sviluppata. Certe cose le ho trovate poco credibili e, una volta girata l'ultima pagina, la sensazione che ho avuto è stata quella di aver letto qualcosa, sì, ma che non mi aveva lasciato niente. 


QUELLA MISCELA PERFETTA: Quel libro che è stato sia amaro, sia dolce, ma alla fine soddisfacente
Ho interpretato questo punto in modo diverso, scegliendo un libro che fa vivere al lettore momenti dolci, pieni di amore e farfalle nello stomaco, ma anche momenti amari, dolorosi. Nicholas Sparks è un autore che mi piace molto, ma che inserisce in ogni suo romanzo un pizzico di dolore. Mi è piaciuto moltissimo, così come anche il film che ne è stato tratto, Dear John.


Eccoci giunti al termine di questo book tag! Ho tolto una domanda, That hipster coffee shop: cita un libro di un autore indie, perché non sapevo proprio cosa rispondere, ma se voi avete la risposta a questo quesito, lasciatemela pure in un commentino.
Non so chi abbia già fatto questo book tag, che trovo molto adatto a questa stagione,  perciò non nomino nessuno, ma sentitevi liberi di farlo, se ancora vi manca. 
Fatemi sapere cosa ne pensate, potete lasciarmi il link al vostro in modo che io possa sbirciare le vostre risposte, oppure potete rispondere direttamente in un commento. 
Ci rileggiamo domani con un nuovo appuntamento con le interviste di Share Your Blog!

14 commenti:

  1. sono super d'accordissimo con te, io ad ogni natale mi ritrovo sempre a guardare il film di Piccole Donne, quest'anno magari mi concedo anche la rilettura del libro <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scorso anno l'ho visto per caso anche io il film, devo ammettere che mi è piaciuto molto, ma una rilettura non fa mai male ❤

      Elimina
  2. Ciao, io non ho mai amato particolarmente il fantasy, perciò non ho avevo mai letto Harry Potter, quest'anno ho letto il primo libro e l'ho trovato carino e ben scritto! Concordo su Piccole Donne, di D'Avenia non ho mai letto nulla mentre Pike era uno dei miei scrittori preferiti di quando ero adolescente, anche a me lasciò spiazzata il finale di Amiche per la pelle, stessa cosa per Week end e La morte arriva per posta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupererò sicuramente la saga di Harry Potter, o meglio, le darò una chance leggendo il primo libro. Se mi piacerà, sicuramente la continuerò!
      D'Avenia è stata una delusione per me: non ho letto Cose che nessuno sa, ma non Bianca come il latte, rossa come il sangue non mi ha affatto conquistata.
      Il finale di Amiche per la pelle ancora lo ricordo e ricordo anche quanto mi lasciò senza parole, totalmente sconvolta! °-°

      Elimina
  3. Fai bene a pensare di dare una possibilità ad HP u.u Certo, io sono di parte, però è una storia che si apprezza molto per la crescita dei personaggi, anche se Harry è il "mai 'na gioia" per eccellenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il consiglio, gli darò senz'altro una possibilità ❤

      Elimina
  4. Ciao Silvia,
    penso che tutti ti avranno detto di dare una possibilità a Harry Potter, quindi non rigiro il coltello nella piaga, ti dico solo: leggilo e capirai!
    Concordo su Piccole Donne, mi hai fatto venire voglia di leggerlo.
    Bianca come il latte e rossa come il sangue non ho letto il libro, ma ho visto il film e sinceramente non mi ha entusiasmato tanto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente il mondo intero me lo sta consigliando, perciò penso proprio che ascolterò i loro / vostri consigli! ❤
      Anche io ho visto il film di Bianca come il latte, rossa come il sangue dopo aver letto il libro, ma non mi è piaciuto per niente.

      Elimina
  5. Ciao Silvia, come sempre un tag molto carino! Anche io vado ad ingrossare le fila delle amanti di Piccole donne con la neve (per me è anche simbolo di Natale) e del "leggi Harry Potter che ti passano tutti i malanni". Posso dire anche che Di D'avenia ho sentito parlare tantissimo ma ho fatto l'errore di vedere il film. E dato che il film non mi è piaciuto per niente, ho pensato non fosse il caso di fare il paio di delusione, quindi ho passato oltre, restando nella mia ignoranza, un po' come tu con la Todd (che non ho letto). Invece bunker diary sembra una roba tremenda, nel senso positivo del termine: da come l'hai descritto deve davvero lasciarti un'ansia pazzesca addosso! Il che significa che deve essere scritto proprio bene! Forse lo leggerò (se mai avrò il coraggio!). Un bacione fanciulla! Smuack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che il tag ti piaccia!
      Ho visto anche io il film tratto dal libro di D'Avenia e non mi è piaciuto proprio per niente. Nonostante avessi letto prima il libro e il film l'ho trovato abbastanza fedele, entrambi sono stati una delusione. Forse a quella del film ero già preparata, data la lettura.
      Bunker Diary mi ha fatto appassionare ancora di più all'autore e sì, mi ci sono voluti davvero due giorni per riprendermi, perché ti entra davvero nella testa. Non è una lettura horror, assolutamente, però ti catapulta totalmente nella storia ed è come viverla sulla propria pelle. L'ho trovato scritto molto bene, con un tono incalzante che tiene il lettore incollato alle pagine, perciò non posso far altro che consigliartelo ❤

      Elimina
  6. Tranquilla, io mi sono fermata al terzo di HP, poi ho letto un altro libro ('Il seggio vacante') della Rowling ed ho deciso definitivamente che questa autrice non fa proprio per me. Insomma, se tu sei pazza, io lo sono di più ahahahahhaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna qualcuno che non mi vuole rinchiudere! xD
      Darò una possibilità a questa autrice e al suo maghetto, ma non assicuro niente a nessuno!

      Elimina
  7. Bellissimo Book Tag! :)
    Quando ho visto la foto del "libro che vedi ovunque" sono scoppiata a ridere xD ti assicuro che la tua scelta di rimanere nell'ignoranza è PERFETTA. Io li ho letti e, anche se inizialmente sembrava avermi preso la storia, poco dopo mi sono resa conto di odiarli e di ritenere patetico il tutto.
    Ti mando un bacione, cara ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jen, sono felice che ti piaccia!
      Non ho nulla contro la Todd, ma sono un po' restia a leggere i libri che hanno così tanto successo tutto in una volta, che sbucano da Wattpad e li ritrovo su tutti gli scaffali delle librerie.
      Resto volentieri nell'ignoranza più totale - so a malapena di cosa parla questa serie - dedicando il mio tempo ad altre letture!
      Un bacione anche a te ❤

      Elimina