martedì 25 ottobre 2016

Share Your Blog: Strawberries & Books

Buon pomeriggio, lettori!
La mia mattinata è stata abbastanza intensa, ieri sera ho finalmente guardato il primo episodio della settima stagione di The Walking Dead e mi preparo psicologicamente all'avvento delle altre serie che seguo, le cui stagioni iniziano tutte tra poco e si accavalleranno con altre serie TV - Fantastico, davvero fantastico! Ad ogni modo, se volete parlare della puntata di ieri in cui Negan si è mostrato per quello che è, cioè un vero villain, possiamo scambiare opinioni a caldo su Facebook, nel post apposito.
Ma non dimentichiamoci che oggi è martedì e che è tempo di un nuovo appuntamento con le interviste di Share Your Blog! La blogger che ho il piacere di ospitare in questo grigio pomeriggio è Chiara del blog Strawberries & Books, che seguo da diverso tempo e sempre con molto piacere. 

http://1.bp.blogspot.com/-7nmTvcQ5Qrk/VpvqTF3gkUI/AAAAAAAAASU/nKFHGjYWA5o/s320/banner%2Bblu%2B2.jpg

Hello bookworms di Cinebooks Blog! Mi chiamo Chiara e gestisco il blog Strawberries & Books. Da cosa nasce questo nome? Ore di tentativi di accostamenti e un'improvvisa voglia di fragole. Vi dico solo che era gennaio, non proprio la tipica stagione di fragole. Eppure ne avrei mangiate a palate. Simpatici frutti rossi a parte, sono una persona molto timida, estremamente disordinata, ma allo stesso tempo meticolosa. Organizzo la mia vita per liste, eccetto quando si tratta di TBR. Argh, sono la mia rovina!

1. La lettura è sempre stata la tua grande passione sin da bambina/o?
Direi di no, per me la lettura è stata una scoperta molto recente. Coltivo questa passione da circa due anni ed è nata un po' per noia, un po' per curiosità. Ho sempre visto la lettura come un obbligo, uno sforzo, un peso perchè ero strettamente legata alle imposizioni scolastiche, non avevo mai sperimentato nulla di diverso. Poi ho scoperto che la lettura poteva essere anche un piacere e, che dire, me ne sono innamorata.

2. Se dovessi consigliare un libro ad una persona che non ama leggere, quale sceglieresti?
Sette minuti dopo la mezzanotte di Patrick Ness. Penso che questo libro possa conquistare una persona che non ama leggere sotto diversi punti di vista: l'originalità della trama, la crudezza del messaggio, il tratto graffiante dei disegni. Perché se non saranno le parole oscure e spiazzanti di Patrick Ness ad appassionarvi, lo faranno i disegni cupi e spigolosi di Jim Kay. Consigliatissimo.

3. Qual è il libro che senti talmente nel cuore tanto che potresti averlo scritto tu stessa/o?
Raccontami di un giorno perfetto. È davvero qualcosa di unico. Ho vissuto questo libro in maniera tanto potente e profonda che nessun altro libro è stato più capace di eguagliarlo. L'ho letto circa un anno fa e ogni volta che ne parlo mi entusiasmo e mi emoziono ancora come la prima volta. Quindi sì, Raccontami di un giorno perfetto è il libro che sento più "mio".

4. Quando hai aperto il blog hai agito d'istinto oppure era un progetto a cui pensavi da tempo? Cosa ti ha spinto a creare un blog tutto tuo?
Non sono una persona impulsiva. Ragiono e penso tanto, oserei dire troppo e infatti ci ho messo alcuni mesi prima di decidere di compiere il grande passo. Se a questo aggiungiamo la mia insicurezza cronica, aprire un blog per me è stata un'incredibile prova di coraggio. L'ho aperto per lo stesso motivo che spinge un po' tutti noi lettori a parlare di libri: il bisogno di condividere una passione. Ed è stata una delle decisione migliore che abbia preso.

5. Quale tipo di post adori scrivere?
Due tipologie in particolare, che ho chiamato Time to Talk e Blogger Life. Nel primo caso affronto argomenti generali legati al mondo della lettura, mentre nel secondo cerco principalmente conforto per i miei disagi da blogger. Possono sembrare strane queste scelte, perché in realtà sono post che non mi capita spesso di pubblicare, ma sono comunque quelli a cui sono più affezionata.

6. Recensisci tutti i libri che leggi, oppure solo quelli che ti sono piaciuti particolarmente?
Tutti? Sarebbe impossibile! Recensisco solo quelli su cui, per un motivo o per l'altro, sento il bisogno di spendere delle parole. E non sempre questo succede. Per esempio ci sono alcuni libri incredibilmente belli, ma con cui in qualche modo mi sento legata in modo intimo, per cui parlarne spezzerebbe l'incantesimo.

7. Con quale criterio decidi di pubblicare prima un post e poi un altro?
In base all'ultimo post che ho pubblicato. Mi piace variare i contenuti, per cui cerco di non pubblicare mai lo stesso tipo di post due volte di seguito.

8. Quanto è importante per te il commento dei lettori al tuo blog?
I commenti sono vita per il blog, perché lo riempiono di energia, di affetto e di speranza. Ci sono commenti che mi hanno infuso fiducia, altri che mi hanno fatto sorridere, altri ancora che mi hanno scaldato il cuore. Ognuno è speciale a modo suo.

9. L'ingresso nella comunità dei blogger è stato come te lo aspettavi, oppure ti ha sorpreso (in negativo oppure in positivo)?
Mi ha decisamente sorpreso e tutto in positivo. C'è sempre un po' di timore ad affacciarsi in un ambiente già così ricco di blog, eppure nessuno mi ha mai fatto sentire inadatta. E 10 mesi dopo la genuinità e la spontaneità delle mie colleghe mi sorprende ancora.

10. Secondo te quale sarà il punto di forza del tuo blog? In cosa vuoi differenziarlo dagli altri?
Le GIF. Io e le GIF conquisteremo il mondo! No, dico sul serio. Quando parlo non riesco a star ferma, gesticolo di continuo, e trovo che le GIF rispecchino a pieno questo mio modo di essere e siano di grande impatto sul lettore. Per cui, quando rispondo "le GIF", intendo dire che il punto di forza del mio blog è voler trasporre il mio modo di essere su "carta". In che modo vorrei differenziarlo dagli altri? Puntando sull'originalità dei contenuti e sull'uso dell'ironia. Essere innovativi e riuscire a strappare un sorriso a chi mi segue sono due punti che cerco sempre di rispettare quando progetto un post. 



Eccoci arrivati al termine di questa intervista con la dolcissima Chiara e credetele quando dice che Raccontami di un giorno perfetto è il libro che sente più suo - vogliamo ricordare lo sclero sotto il mio post? Quel commento è ancora in cima alla lista dei preferiti, sappilo!
Se ancora non conoscete Chiara e il suo blog, oltre ad essere una grave mancanza, vi consiglio di visitarlo subito, come sempre cliccando sul banner là in alto, perché non ve ne pentirete!

APPUNTAMENTI PRECEDENTI



4 commenti:

  1. E niente, ti sei guadagnata un mega abbraccio virtuale! Non sai che piacere sapere che i miei scleri sono così ben accetti ♥ Grazie mille per avermi ospitata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dolce che sei ❤
      E' stato un vero piacere!

      Elimina
  2. Ma certo che conosco, seguo e adoro Chiara! ❤️❤️❤️❤️❤️

    RispondiElimina
  3. Il blog di Chiara mi piace tantissimo, lei è poi sempre così carina quando risponde ai commenti! :)

    RispondiElimina