lunedì 18 luglio 2016

Recensione: Tatiana & Alexander

Buon lunedì e buon inizio settimana, lettori!
Ebbene sì, finalmente dopo quasi due mesi - DUE MESI! - ho terminato questo libro di cui vi parlerò tra poco. So di averci messo un'eternità e me ne scuso, ma durante il periodo degli esami il solo pensiero di aprire il libro e leggere qualche pagina mi faceva stare male. Non dico di aver perso la voglia di leggere, è semplicemente stato un periodo di pausa lettura. Non allarmatevi e non temete, ora sono più carica che mai, pronta a leggere il terzo ed ultimo volume di questa trilogia e tutti i restanti libri della TBR estiva che mi sono prefissata.
Dopo questa breve introduzione di scuse, direi di iniziare. 

Tatiana & Alexander è il secondo volume della trilogia de Il cavaliere d'inverno. Se ti sei perso la recensione del primo volume, clicca QUI.

Autore: Paullina Simons
Casa editrice: BUR
Genere: Romanzo
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 667

Trama: Né la guerra né i 900 giorni dell'assedio di Leningrado sono riusciti a distruggere il grande amore tra Tatiana e Alexander. Ora lei si ritrova sola in America con Anthony, il loro bambino appena nato: le hanno detto che Alexander è morto, ma nel profondo sente che non può averla abbandonata per sempre. Infatti il giovane ufficiale è vivo, anche se nella disperata condizione di prigioniero: caduto nelle mani della famigerata polizia di Stalin, sopravvive tra orribili sofferenze e torture nell'attesa di essere giustiziato come traditore e spia. Eppure Alexander non ha perso la speranza, perché sa che da qualche parte, in America, Tatiana e il figlio che non ha mai conosciuto continuano a vivere l'una all'insaputa dell'altro, divisi da un oceano, aggrappati al ricordo del loro amore che è riuscito a sconfiggere l'inverno russo e la fame, a sfuggire alle bombe della guerra. E che non può finire.

RECENSIONE


I due giovani sposi sono ora divisi, Tatiana in America con il figlio e Alexander in un'Europa in guerra. Nessun mezzo di comunicazione, nessuna informazione. Alexander è vivo? Da quando è fuggita dall'Unione Sovietica, Tatiana non ha più sue notizie, se non un certificato di morte, ma dentro di sé sente che lui è ancora vivo, da qualche parte là fuori.
Dopo aver aspettato anni nella speranza di vederlo ritornare, di trovarlo tra i feriti di guerra, di ricevere qualche informazione dall'ambasciata, Tatiana decide che è arrivato il momento di agire. 
La spinta arriva proprio durante il processo di Norimberga, che Tatiana ascolta attentamente alla radio, che svelerà il mistero di un nome che l'ha perseguitata così a lungo. 
Trovata la strada, non può più fermarsi. Non fino a quando non avrà ritrovato il suo amato Alexander.

Questo secondo volume continua ad essere ricco di avvenimenti ed emozionante come il primo. 
Il lettore segue la storia da due punti di vista. Se ne Il cavaliere d'inverno si osservava il mondo attraverso gli occhi di Tatiana, ora i due sono divisi e ci si ritrova ad osservare ciò che accade attraverso due occhi diversi, così come diversi sono i luoghi in cui si svolge l'azione.
Si può percepire perfettamente la differenza tra la vita negli Stati Uniti e le condizioni misere a cui è costretta l'Europa, distrutta dai bombardamenti.
La guerra finisce e Alexander si ritrova a fare i conti con ciò che Stalin prevede per i disertori e coloro che si arrendono al nemico.
La storia narrata da Alexander risulta più complessa e ricca di fatti a causa delle vicissitudini che deve affrontare, mentre quella narrata da Tatiana è più lineare, quasi quotidiana.
I personaggi nuovi che si incontrano durante la lettura sono tanti, ma la Simons ha il potere di far entrare il lettore in sintonia con ognuno di essi.
Così come nel primo, non si perde l'atmosfera, ci si sente completamente coinvolti dai fatti, immersi nella storia. 
Il finale è in linea con il resto del romanzo, anche se mi aspettavo qualcosa di diverso, di più tranquillo. Un piccolo indizio potrebbe essere nascosto nel momento in cui il mistero di quel fatidico nome che ha tormentato Tatiana così a lungo viene svelato, ma lascio che siate voi a decifrarlo.
Io l'ho realizzato a lettura ormai terminata, ma chissà se qualcuno di voi è così attento da leggere tra le righe.
Il romanzo mi è piaciuto moltissimo, la lettura è molto scorrevole e intrigante, spero che il volume conclusivo sia all'altezza dei primi due.

La recensione termina qui, fatemi sapere cosa ne pensate, se lo avete letto o se siete incuriositi da questa trilogia. Prometto di essere molto più veloce a leggere il terzo, ora non ho più scuse, solo tempo libero a disposizione!


Voto
★★★★★

12 commenti:

  1. E' la trilogia del mio cuore, per sempre! Adoro tutto di questa trilogia, sono di parte e' vero, tutti e tre i libri mi hanno letteralmente salvato il cuore ❤️❤️❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, sono felice di sapere che questa trilogia ti è piaciuta così tanto! ♥
      Mi sta davvero intrigando tantissimo e non posso negarlo, ti entra nel cuore.
      Sono molto curiosa di sapere come tutto finirà definitivamente, anche se sarà davvero difficile girare l'ultima pagina e accettare il fatto che dovrò salutare Tatiana e Alexander per l'ultima volta.

      Elimina
  2. Non ho letto questa trilogia, ma ne sento parlare sempre molto bene, quindi sono curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio tantissimo! Lo stile della Simons e la storia contenuta in questi libri mi hanno completamente rapita, trasportandomi in luoghi lontani, in tempi passati. E' come se vivessi tutto in prima persona, persone e luoghi di entrano nel cuore e non riesci più a dimenticarli ♥

      Elimina
  3. Devo leggere il terzo volume ma non ho mai la forza di farlo, il solo pensare di concludere questa serie mi mette tristezza ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, ma sono troppo curiosa di sapere come va a finire, devo sapere dove mettere il punto alla fine della storia. Forza, puoi farcela!
      Li porteremo sempre nel cuore, come se fossero persone reali, davvero conosciute, ma potremo ritrovarli ogni volta che decideremo di rileggere la trilogia ♥

      Elimina
  4. Ciao Silvia, una recensione davvero bella. Io non ho ancora letto Il cavaliere d'inverno ed è uno di quei romanzi che considero già miei per istinto. Ce l'ho nella mia libreria e comprerò sicuramente anche il seguito perchè la storia di Tatiana ed Alexander deve essere mia. Ma sto aspettando ad iniziare a leggere... sai quella sensazione che anche se non hai ancora letto quel libro, sai che ti farà a pezzi? Io provo questo. E allora sto aspettando. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco perfettamente! E' una storia molto intensa, che ti entra inevitabilmente nel cuore e che ti fa provare un vortice di emozioni.
      Spero conquisterà anche te, così come ha conquistato tantissimi lettori in giro per il mondo, me compresa ♥

      Elimina
  5. Avendolo letto a distanza di un anno dal primo libro me lo sono gustata al meglio. Bellissimo e intenso come tutti i libri di questa fantastica autrice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ce la faccio ad aspettare e leggere i seguiti a distanza, infatti li ho letti uno di seguito all'altro.
      Sono felice che ti sia piaciuto, la Simons è davvero bravissima, riesce a farti vivere emozioni che difficilmente si provano durante la lettura. Spero che escano presto in Italia anche altri suoi libri, ho acquistato a maggio Una valigia piena di sogni e non vedo l'ora di leggerlo, penso la terrò come lettura di fine estate ^^

      Elimina
  6. Questo mese ho letto il primo e presto leggerò anche gli altri due *^*
    -Aranel

    RispondiElimina