lunedì 11 aprile 2016

Recensione: The Walking Dead - Season 6

Buon lunedì lettori, come state?
Per iniziare bene la settimana ho pensato di iniziare a recensire le serie TV che seguo e spuntare così un proposito per il blog.
La serie che recensirò oggi, come da titolo, è The Walking Dead - Stagione 6, una delle mie serie preferite, che ho terminato la settimana scorsa.

*Essendo questa serie iniziata anni fa, non recensirò tutte le stagioni dalla 1.*

Regia: Frank Darabont
Cast: Andrew Lincoln, Steven Yeun, Chandler Riggs, Norman Reedus e molti altri...
Genere: Apocalittico/Drammatico/Azione
Anno: 2015-2016

TramaThe Walking Dead è una serie TV basata sull'omonimo fumetto creato da Robert Kirkman, Tony Moore e Charlie Adlard.
Rick Grimes è un vice sceriffo vittima di un incidente durante uno scontro a fuoco con dei fuorilegge: colpito alla schiena, va in coma, lasciando tra le lacrime la moglie Lori e il figlio Carl. Il risveglio, poco tempo dopo, è traumatico: l'ospedale è distrutto ed è pieno di cadaveri. Rick non ci metterà molto a capire la situazione: il "virus" che sembrava essere controllato prima del suo incidente, ha preso piede. I morti si risvegliano ed attaccano i vivi, la cui presenza è sempre minore. Il vice sceriffo sfrutterà tutte le sue abilità di sopravvivenza e di capacità con le armi per sopravvivere ed uscire dalla città, trovando altri superstiti rifugiati tra i boschi: tra questi, ritrova la famiglia e il suo migliore amico Shane. Costretti poi a spostarsi, presto si accorgeranno che i veri nemici sono gli altri esseri umani, spinti unicamente dall'istinto di sopravvivenza.

RECENSIONE


La stagione si apre con dei flashback in bianco e nero alternati alla realtà. Il gruppo di Rick Grimes si trova ad Alexandria, dove si è sistemato e ha iniziato una nuova vita insieme alla comunità già presente.
Tra consensi e opposizioni riguardo la posizione di leader di Rick, presto tutti saranno coinvolti in un attacco da parte dei "lupi", un gruppo violento di persone caratterizzate da una W sulla fronte.
Intanto la storia ripercorre, sempre grazie ai flashback, la vita di Morgan prima che arrivasse all'accampamento.
Rick e il suo gruppo incontrano presto i motociclisti della banda di Negan, che gli intimano di consegnare tutto ciò che hanno. La stagione si chiude con l'incontro da parte del gruppo di Rick con Negan, che li ha catturati e decide chi dovrà sacrificare la propria vita.

In questa stagione, più che nelle precedenti, ho riscontrato una grande somiglianza con il fumetto, pur essendo due storie diverse sotto molti aspetti.
Il team di Rick si mostra come sempre pronto a tutto, ma forse non ad una persona come Negan.

I personaggi che ho apprezzato di più sono stati:

- Morgan: tornato dopo un lungo periodo di assenza insieme al gruppo, i creatori dedicano un'intera puntata - se non sbaglio di 90 minuti - alla sua storia, a ciò che è successo prima che arrivasse ad Alexandria. Ho apprezzato il cambiamento che è avvenuto in questo personaggio, trovo una grande calma e meditazione in Morgan, che però non modifica la sua prontezza.

- Daryl: dopo tante stagioni e tanti misteri, forse questo personaggio si sta rivelando per ciò che è.
Nella sesta stagione, Daryl inizia ad essere più impulsivo e vendicativo, pur essendo trattenuto dai compagni per evitare il disastro.

- Carol: questa donna forte e coraggiosa subisce un repentino cambiamento negli ultimi episodi, durante i quali lascia la comunità e si mette in viaggio da sola, chiedendo di non essere cercata.
Le sue tecniche di sopravvivenza si rivelano molto efficaci, ma alcuni suoi atteggiamenti fanno sorgere il dubbio che ci sia qualcosa di più profondo della semplice sopravvivenza.

- Glenn: questo povero ragazzo viene dato per morto dopo qualche episodio. I creatori della serie hanno tenuto tutti col fiato sospeso, eliminando anche il nome dell'attore dalla sigla iniziale.
Glenn ha a che fare con un uomo pericoloso, con istinti suicidi, che lo metterà in serio pericolo.
In questo personaggio vediamo ancora un sentimento ben vivo, l'amore, che lo tiene sempre più unito a Maggie, sua moglie, ma dalla quale spesso viene separato a causa degli eventi.

- Negan: ero molto curiosa di scoprire che faccia avrebbe avuto questo personaggio e devo dire che non ne sono rimasta entusiasta al 100%. Jeffrey Dean Morgan si avvicina al Negan del fumetto, ma ancora non mi convince del tutto. Il suo modo di parlare, che nel fumetto è molto volgare, è stato giustamente ridimensionato, vedremo cosa ci riserverà la settima stagione!

Questa stagione è stata molto movimentata, ricca di avvenimenti e di personaggi, mi è piaciuta molto.
Se siete amanti della serie non esitate a lasciarmi in un commento la vostra opinione, mentre se ancora non conoscete The Walking Dead vi consiglio vivamente di vederla, vi terrà incollati allo schermo ogni volta!


Voto
★★★★★

2 commenti:

  1. Oh, mamma mia :'( tu andresti d'accordo con la mia migliore amica. xD Anche lei ama The Walking Dead alla follia e non sai quante me ne dice quando le dico la mia. Purtroppo a me non sta piacendo più molto, la trovo noiosa e con poca azione. Non voletemi male! ❤

    Colgo l'occasione per invitarti ad un Link Party http://bookbloggersideeffects.blogspot.it/2016/04/first-linky-party-partecipate-tutti.html?spref=fb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha siamo fan accanite, comprendici xD
      Capisco, nelle ultime stagioni è diventata molto meno movimentata, ma a me piace molto in ogni caso, quindi la seguo sempre con molto piacere ^^
      Grazie mille per l'invito, appena ho un attimo di tempo partecipo!

      Elimina