lunedì 7 dicembre 2015

Recensione: L'imprevedibile viaggio di Harold Fry

Ciao a tutti e buon inizio settimana!
Qualche giorno fa ho terminato la lettura del libro L'imprevedibile viaggio di Harold Fry e oggi sono qui per parlarvene. Ora sto leggendo il seguito, intitolato La canzone d'amore di Queenie Hennessy, in cui questa donna ci racconta la sua parte della storia.


Autore: Rachel Joyce
Casa editrice: Pickwick
Genere: Romanzo
Numero pagine: 310
Formato: Cartaceo

Trama: Quando viene a sapere che una vecchia amica sta morendo in un paesino ai confini con la Scozia, Harold Fry, tranquillo pensionato inglese, esce di casa per spedirle una lettera.
Ma, arrivato alla prima buca, comincia a camminare. Incurante della stanchezza, Harold ha deciso: finché lui camminerà, per recapitare la lettera a mano, la sua amica continuerà a vivere. Inizia così per Harold un imprevedibile viaggio dal sud al nord dell'Inghilterra, ma anche dentro sé stesso: mille chilometri di strada e di incontri con tante persone, che Harold illuminerà con la forza del suo ottimismo.

RECENSIONE


Harold Fry è un pensionato inglese che vive con la moglie Maureen nella città di Kingsbridge.
Conduce una vita tranquilla, ma un giorno qualcosa ribalta la sua routine. Gli viene recapitata la lettera di Queenie Hennessy, una donna con cui lavorava, che gli comunica che è affetta da una grave malattia: il cancro.
Harold, sconvolto dalla notizia, decide comunque di scriverle una lettera e di imbucarla personalmente. Promette alla moglie di tornare presto, ma passeranno lunghi mesi e lui non vi farà ritorno.
La storia si apre con questa notizia sconvolgente per Harold, ma non per il lettore. Una volta presa la decisione di iniziare il pellegrinaggio verso Berwick, paesino a più di 1000km da Kingsbridge, inizia l'avventura. Lungo il tragitto incontriamo diverse persone, tutte incredibilmente gentili. C'è chi gli offre una stanza per dormire, chi del thé e dei biscotti e chi solo un semplice biglietto da visita e qualche parola.La decisione presa da Harold fa notizia e nei telegiornali non si fa che parlare di lui. La gente che lo incontra per strada lo incita a proseguire, tutti credono in lui. Tranne Maureen.Il loro rapporto è diventato freddo e distaccato tanti anni prima e l'unica cosa a cui Maureen riesce a pensare è che suo marito deve tornare a casa.Ma più il tempo passa e più l'uno sente la mancanza dell'altra. Sarà proprio la stessa Maureen a rivelarsi la spinta necessaria ad Harold per continuare e tra i due qualcosa cambierà.  La lettura è stata scorrevole, piacevole e verso la fine ci sono state delle rivelazioni che mi hanno molto colpita. Specialmente in un punto non ce l'ho fatta a trattenermi e qualche lacrimuccia è scesa.
Questa storia mi ha ricordato per certi aspetti il film This Must Be The Place, anche se tratta di argomenti totalmente diversi.
Una storia molto avventurosa, ma con un passato molto triste.
Ora non mi resta che scoprire la versione dell'anziana Queenie, che spero riesca a stupirmi ed intrigarmi con è successo con Harold.

"Aveva imparato qualcosa di nuovo: che si ottiene un dono sia nel ricevere, sia nel dare, e che c'è bisogno di coraggio e di umiltà in entrambi i casi"


Voto
★★★✰✰

Nessun commento:

Posta un commento