sabato 31 ottobre 2015

Tag: Halloween Book Tag

Happy Halloween, readers!
Non so voi, ma per me questa ricorrenza è magnifica. Adoro l'atmosfera che si crea, i dolcetti, le zucche e le decorazioni che si trovano in giro, soprattutto per negozi.
E quindi, quale miglior occasione per fare un tag libresco a tema Halloween?
Puntuale come un orologio svizzero, eccolo qui!



Il tag è stato creato dal blog Lo stupendo mondo dei libri, non ci sono regole particolari da seguire ma vi invito con piacere a partecipare.
I libri citati sono tutti libri che possiedo e/o che ho letto. Dopo questa precisazione, iniziamo!

1. Una copertina rossa come il sangue

Ghost - Patrick Carman

2. Una copertina nera come la notte

L'estate dei fantasmi - Saundra Mitchell

3. Un personaggio inquietante
Pete, un personaggio molto strano di L'estate del coniglio nero di Kevin Brooks. Per tutta la durata della storia era misterioso e inquietante, devo ammettere. Non mi ha mai convinta del tutto!

4. Un libro che ti ha fatto paura
Nancy Drew - La maledizione di Fenley Place 
E' un libro che ho letto da piccola, forse è stato il primo giallo che ho letto. Ricordo che lo leggevo di sera, prima di dormire e c'erano punti in cui non riuscivo a continuare perché mi faceva troppa paura. I gialli/thriller però continuato tuttora ad affascinarmi e incuriosirmi, perciò posso dire di aver sconfitto le mie paure!

5. Un cattivo affascinante
Cam di Fallen, saga scritta da Lauren Kate, si può definire "cattivo"? Era un personaggio misterioso, ma allo stesso tempo molto gentile - o doppiogiochista? - e nella mia testa molto molto affascinante!

6. Il tuo incubo personale
Probabilmente penserete che io sia stata troppo influenzata dalla visione di IT, film tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King, ma vi assicuro che morirei di paura incontrando di notte un clown munito di martello/motosega/qualsiasi altra cosa contundente. Sono spaventata anche dalle maschere non da clown, per esempio quelle da cavallo e simili.

7. Un libro o un autore con la H di Halloween
Nomino L'impeccabile di Keigo Higashino, libro che è entrato a far parte della mia TBR List mesi fa e che spero presto di leggere perché mi incuriosisce molto!

8. Un libro abitato da una creatura magica
La trilogia di The Summoning di Kelley Armstrong include un licantropo e una negromante, possono bastare?

9. Dolcetto: un libro che ami
Penso che ormai vi sarete stancati e saprete a memoria qual è il mio libro preferito, vero?
Sopportatemi ancora una volta e magari un giorno vi proporrò un nuovo titolo!
Per chi non si fosse stancato di leggere il mio titolo preferito o chi non lo sapesse affatto, si tratta di Norwegian Wood di Haruki Murakami.

10. Scherzetto: un libro che consiglieresti solo per fare un dispetto
Non vorrei essere dispettosa, ma oggi è Halloween quindi farò un'eccezione. Consiglierei Push - La storia di Precious Jones di Sapphire. L'ho trovato un libro particolare e bello, ho visto anche il film e mi è piaciuto molto, ma consiglio questa lettura per la difficoltà. Se conoscete il corretto modo di scrivere, dovrete essere pronti a dimenticarlo*.

* il testo è scritto appositamente in modo scorretto 

Il tag di oggi si conclude qui! Vi auguro di passare un fantastico Halloween e di mangiare tanti dolcetti!






venerdì 30 ottobre 2015

Intervista: Daniela Lojarro - Fahryon

Buon pomeriggio, carissimi lettori!
Finalmente riesco a tornare in superficie dopo essere stata sommersa dai libri per quasi tutta la settimana. Oggi vi propongo qualcosa di diverso, qualcosa che fino ad ora non si era visto su Cinebooks Blog: un'intervista ad un'autrice emergente!

E' la mia primissima intervista e ho avuto il piacere di porre le mie domande a Daniela Lojarro, autrice di Fahryon, primo libro della saga Il Suono Sacro di Arjiam.

Prima di passare alle domande vi presento brevemente il libro in questione, sperando di incuriosirvi.

Titolo: Fahryon
Collana: Il Suono Sacro di Arjian
Autrice: Daniela Lojarro
Casa editrice: GDS Editore
Genere: Fantasy classico
Numero pagine: 295
Formato: Ebook, a breve anche cartaceo

Trama: Nel regno di Arjiam, Fahryon, neofita dell'Ordine sapienziale dell'Uroburo, e Uszrany, cavaliere dell'Ordine militare del Grifo, si trovano coinvolti nello scontro tra gli adepti dell'Armonia e della Malia, due forme di magia che si contendono il dominio sulla vibrazione del Suono Sacro.
Le difficoltà con cui saranno messi a confronto durante la lotta per il possesso di un magico cristallo e del trono del regno, permetteranno ai due giovani di crescere e di diventare consapevoli del loro ruolo e delle loro responsabilità in questa guerra per il potere sul mondo e sugli uomini.

Acquista il libro oraIbs , Mondadori Store , Amazon e Feltrinelli


Intervista all'autrice

Ecco le prime domande riguardanti il romanzo Fahryon.

Come è nata l'idea di scrivere questo romanzo?
Un’estate nelle Marche, precisamente nella Gola del Furlo, fui folgorata da un’idea: usare quella galleria scavata nella roccia, quell'antica strada romana a picco sul torrente e rinchiusa fra pareti ripide, come un passaggio per un altro mondo. E così è stato. Quella notte e nei giorni successivi la storia, i personaggi principali si sono come manifestati diventando sempre più netti e “obbligandomi” a scrivere. Ho usato non a caso il verbo “obbligare”. Per un musicista l’unico linguaggio è quello della Musica, superiore a qualunque lingua: io ho combattuto con me stessa per decidermi a usare le “parole”. Poi, ho capito che Scrittura e Musica non sono mondi distinti, separati: entrambi nascono dall'ascolto, dall'impulso e dal desiderio di comunicare/rsi. Cantare o far musica è cercare di conferire alle note quel colore che possa trasmettere il movimento dell'animo che sta alla base del pensiero creativo del compositore a chi ascolta. Scrivere è cercare la parola, fra tutte quelle che usiamo abitualmente nelle relazioni sociali, capace di suscitare nel lettore la vibrazione legata all'emozione come se la stesse vivendo o rivivendo. Per questo in entrambi i casi è un lavoro di rifinitura, di attenzione e di tensione (nel senso del divenire del tendere a qualcosa) fino a che non ho trovato la risonanza che mi pare più consona, l'accordo che fa vibrare che mette in risonanza scrittore e lettore.

I nomi dei personaggi e dei luoghi di questo romanzo non sono affatto comuni: da cosa ha preso spunto per la loro creazione?
Per i nomi dei personaggi, delle festività, dei riti, dei luoghi mi sono ispirata a radici mediorientali ed etrusche. Per esempio, Magh, che significa saggio maestro o sapiente, deriva dalla radice persiana, utilizzata dagli stessi antichi greci, per indicare una persona con poteri taumaturgici o un re-sacerdote. Uno di questi saggi maestri o magh si chiama Vehltur: questo nome deriva, invece, dal patronimico di una famiglia etrusca.

Scrivere un romanzo diviso in più parti mi sembra abbastanza complicato e credo richieda idee ben chiare sullo svolgimento della vicenda: durante la stesura del romanzo le è mai capitato di avere il blocco dello scrittore? Se sì, come lo ha superato?
Questa storia è strutturata in due parti per motivi editoriali e pratici. Quando l’ho scritta, non avevo pensato a una suddivisione ma l’editore mi ha chiesto di modificarla leggermente per poterne fare due parti. Il cartaceo in un volume solo sarebbe stato troppo “pesante” con le sue 700 pagine. La seconda parte, Il Risveglio di Fahryon, dovrebbe uscire a breve: sto controllando le bozze e lavorando alla nuova immagine di copertina. Le mie storie nascono sempre da fortissime impressioni ricevute visitando luoghi particolari o siti archeologici. Lo sviluppo mi prende molto tempo: si tratta di un periodo durante il quale prendo appunti su tutto quel che mi capita perché sovente le idee mi vengono mentre passeggio da sola nel bosco. Poi, scrivo di getto. Lascio “riposare” e riprendo in mano più volte completando a strati, ampliando, eliminando, spostando o inserendo nuovi personaggi. L’importante per me è avere un punto d’inizio fermo e la fine: la strada che percorro per arrivarci è in continua evoluzione e conosco anche periodi di rifiuto totale della scrittura ma non li definirei dei blocchi. Semplicemente ho bisogno di momenti di riflessione in cui vaglio le possibilità di sviluppo di un personaggio.

Oltre al genere fantasy, ha mai lavorato ad altri generi letterari?
No, anche il prossimo progetto in cantiere è di genere fantasy. Ho scritto articoli che riguardano il rapporto musica e architettura, musica e terapia.

Cosa devono aspettarsi i lettori da questo romanzo?
I lettori …innanzitutto devono lasciarsi trasportare dalla magia delle emozioni e poi riflettere, cercare il significato che si nasconde dietro le parole e i simboli della storia. Devono essere desiderosi di mettersi in gioco, di cambiare. Il fantasy classico, come del resto l’espressione artistica in generale, non è solo una lettura d’evasione. L’arte ha da sempre un effetto catartico: il lettore o lo spettatore, identificandosi con il protagonista, partecipa delle sue emozioni, dei suoi dolori, delle sue gioie, vivendo le sue avventure, le sue scoperte, i momenti tristi e lieti traendone spunti di riflessione su se stesso e sulla società, maturando. Come un’importante tradizione ormai ci ha dimostrato, da G. Jung alla M. von Franz, ogni storia, ogni mito, ogni favola, anche la più assurda e lontana dalla realtà, tratta dell’umanità e dei suoi problemi universali, offre esempi di soluzione delle difficoltà in un linguaggio che arriva direttamente oltre ogni barriera logica. Ho nascosto nelle vicende dei personaggi i temi che più i stanno a cuore: amore in tutte le sue declinazioni dall'amicizia all'amore passionale, erotico; impegno nel sociale, responsabilità nei confronti del prossimo, lealtà e chiarezza nei legami di qualunque genere, impegno civile, rispetto e tolleranza.
Non oso parlare di altruismo e bene comune come beni supremi per l’uomo, non sono così idealista o sognatrice; ma restano per me alla base della possibilità per l’uomo, anche della nostra epoca, di svilupparsi … E per sviluppo non intendo quello tecnologico certamente che dovrebbe essere solo un mezzo non un fine da perseguire. Su questo si fondano le scelte della mia vita che non distinguo in quotidiana e artistica: è la mia vita nella complessità delle sue sfaccettature.

Ed ora passiamo a qualche domanda più personale, per così dire.

Quando e come è nata la sua passione per la scrittura?
Fin da bambina amavo scrivere storie, quasi sceneggiature, che poi mettevo in scena con le mie amichette. Successivamente, durante il periodo della mia attività artistica, dopo le prove o le recite, mi divertivo a buttar giù le impressioni elaborate durante la giornata o lo spettacolo: al momento di fare la valigia, però, finiva tutto nel cestino. Il desiderio di scrivere si è incuneato fra l’attività artistica e quella di terapista. Non sono passata dai grandi ruoli del Melodramma italiano all'Audio-fonologia di colpo ma si è trattata di una ricerca interiore tumultuosa finché non ho trovato le risposte alla mia inquietudine. In questo momento di cambiamento è sbocciata la passione per la scrittura come spinta interiore, come necessità di elaborare letture, passioni, emozioni, ricordi prima di compiere il salto. In fondo musica e parole hanno radice comune: la vibrazione, l’onda sonora che nel romanzo io definisco Suono Sacro che in fisica si misura in hertz.

Da quanto si legge dalla biografia, lei ha una grande passione per la musica. Le è mai capitato di avere l’ispirazione per un romanzo grazie ad essa?
La musica, o meglio, è sempre al centro dei miei interessi e delle mie attività come cantante e come terapista ma non c’è stato un brano particolare che mi abbia ispirato la stesura del romanzo. Nel romanzo, infatti, sono andata oltre alla musica intesa come atto creativo dell'artista. Ho scelto la parola «Suono» per sganciarmi da qualsiasi forma artistica che conosciamo. Il Suono di Arjiam, quindi, non è musica creata dal genio umano bensì il Principio Creatore che origina l’Universo e lo anima con la sua energia. Per questo non è un suono qualunque ma è Sacro: è un Suono che non è mai stato emesso, è la Vibrazione creatrice. Per questo aspetto mi sono lasciata ispirare dai più antichi miti cosmogonici da quelli egiziani legati al dio Thot alla tradizione vedica fino a quella cristiana del Vangelo di S. Giovanni.

C’è un autore che considera fonte di ispirazione?
Difficile menzionare un solo autore! Per il fantasy il mio modello è senza ombra di dubbio Marion Zimmer Bradley ma adoro Iain Pears, Eobert Graves, Marguerite Yourcenar, Jack Whyte e romanzieri francesi: Hugo, Zola, Dumas. Tariq Alì, Éliette Abécassis … e mi fermo!

Oggi il formato digitale è molto diffuso: cosa ne pensa? Per uno scrittore d’oggi è più facile diffondere il proprio romanzo rispetto al passato?
La pubblicazione digitale rappresenta attualmente una delle possibilità di lettura. Io stessa, da accanita lettrice, opto sempre più spesso per la versione digitale dei libri che desidero leggere; se non esiste ancora, aspetto che esca per due motivi: mancanza di spazio in casa e praticità nell'avere a disposizione sul mio dispositivo la mia “libreria” che si tratti della guida turistica o del saggio su Zoroastro e il monoteismo. Alla fermata del tram, in aereo, in treno … Posso leggere ovunque in piena libertà senza portare pesi. Fantastico! Al contrario, per quanto riguarda la promozione credo che sia molto più difficile diffondere e far conoscere il proprio libro. A fronte delle migliaia di canali a disposizione, un autore, intendo un autore senza una rande casa editrice e una grande distribuzione alle spalle, si trova a dover affrontare un pubblico meno attento, confuso e spesso soffocato dalle migliaia di proposte che riceve ogni giorno.

Definisca sé stessa scrittrice in tre parole.
Musicale, emotiva e … magica!!


Ringrazio ancora tantissimo l'autrice Daniela Lojarro per avermi concesso questa intervista.
Spero vi sia piaciuta e che il libro abbia attirato la vostra attenzione!





mercoledì 28 ottobre 2015

Segnalazione librosa: Eclisse

Ehilà lettori, come state?
Io sono letteralmente esausta per lo studio, ma prevedo un fine settimana di relax. E poi c'è Halloween, una delle mie ricorrenze preferite! Avete già in mente qualche cosa da fare durante la serata più spaventosa dell'anno?

Oggi però voglio proporvi il romanzo Eclisse dell'autrice emergente Angela Maisto, sperando che attiri la vostra curiosità!

Autore: Angela Maisto
Casa editrice: autopubblicato su Amazon
Genere: Romanzo rosa
Numero pagine: 292
Prezzo: 2.99 (ebook)

Trama: Desy McKay possedeva tutto ciò che una ragazza avrebbe potuto desiderare dalla vita: bellezza, intelligenza, ricchezza ed un fidanzato altrettanto ricco e famoso che avrebbe fatto di tutto pur di vederla felice; a sue spese ha dovuto però imparare quanto una telefonata ed una brutale menzogna bastino per stravolgere totalmente la vita. 
Sono passati anni da quella telefonata e la vita di Desy non potrebbe essere più diversa da quella di prima. Una ragazza madre che lavora come cameriera cercando di far quadrare i conti a fine mese con il peso di quella menzogna sulle spalle. 
Ma cosa succederà quando il passato busserà di nuovo alla sua porta presentandole il conto?



L'autrice

Angela Maisto nasce il 1 marzo 1985, in provincia di Napoli. Laureata in Architettura, ha sempre amato perdersi nei vari mondi creati dalla sua fervida immaginazione. Da sempre appassionata di scrittura, pubblica i suoi primi racconti on line all'età di 25 anni riscuotendo un discreto successo. Attualmente, affianca la sua professione di architetto con la passione per la scrittura dilettandosi nell'esperienza di blogger. Eclisse è il suo primo romanzo.


Acquista il libro ora su AMAZON

martedì 27 ottobre 2015

Recensione film: Crimson Peak

Ciao a tutti, miei carissimi readers, come state?
Io questa settimana sarò super, iper impegnata, ma ho preparato qualche post per tenervi compagnia.
Oggi vi propongo la recensione di Crimson Peak, il film del famoso regista Guillermo Del Toro che è uscito il 22 ottobre nelle sale.


Regia: Guillermo Del Toro
Cast: Mia Wasikowska, Jessica Chastain, Tom Hiddleston e molti altri...
Genere: Horror
Durata: 119 minuti
Anno: 2015

Trama: Edith non si trova bene nell'alta società della New York di inizio '900, il trauma della madre deceduta, l'aspirazione ad essere una scrittrice e le strane allucinazioni di cui è vittima la rendono diversa dagli altri. Per questo quando tra gli spasimanti si palesa un carattere anticonformista come Thomas Sharpe, uno che sembra amarla per quello che è, Edith non ha dubbi e lo sposa in gran fretta. La morte del padre la costringerà a trasferirsi lontano da New York, a Crimson peak, dove Thomas vive con la sorella Lucille in una casa fatiscente e spaventosa. Là Edith incontrerà la realtà del loro rapporto. 

RECENSIONE


Dopo aver conosciuto questo, a mio parere fantastico, regista con Il labirinto del fauno, non potevo rinunciare a Crimson Peak, il cui trailer mi ha da subito affascinata.
Il film si apre con la piccola Edith e il suo primo incontro con i fantasmi, per la verità uno solo che la mette in guardia. Gli anni passano e la ragazza diventa grande, coltivando il sogno di scrittrice cerca di farsi strada scrivendo il suo primo romanzo. Intanto un giovane, Thomas, si reca in città per presentare al padre di lei un nuovo macchinario in grado di lavorare l'argilla rossa.
Per Edith è amore a prima vista e non molto più tardi i due decidono di sposarsi.
Edith si trasferirà nel castello di lui in cui vive anche la sorella Lucille e presto scoprirà da cosa il fantasma di quando era bambina la metteva in guardia.

Crimson Peak è un posto che non consiglio a nessuno. Un posto in cui l'inverno sembra macchiato di sangue a causa dell'argilla rossa nonostante la neve candida, in cui c'è solo il castello degli Sharpe.
Guillermo Del Toro è riuscito a stupirmi ad ogni scena, costruendo un set davvero dettagliato, alternando scene fiabesche a scene macabre e truculente. 
La storia è fin da subito molto intrigante e il ritmo con cui procede mi ha tenuta incollata allo schermo dall'inizio alla fine.
Oltre alla sceneggiatura e alla storia, ho amato gli attori, in particolar modo Mia Wasikowska.
Il personaggio più misterioso è Lucille, con una personalità a due facce e a cui vi invito a fare attenzione. Si rivelerà molto più affezionata al fratello di quanto possiate immaginare.
Poco rilievo è stato dato al personaggio di Alan, il dottore, che a mio parere doveva essere più coinvolto, soprattutto nella seconda parte del film.
Con scene splendide ed effetti grafici molto d'impatto il tempo è volato.

Questo film lo riguarderò sicuramente perché mi è piaciuto tantissimo, ho adorato ogni momento.
Super consigliato per la serata di Halloween, che ne dite?
Un ultimo consiglio? Non bevete il thé!


Voto
★★★★★

sabato 24 ottobre 2015

Promozione: A un passo dalla vita - Thomas Melis



Buon pomeriggio e buon sabato a tutti, come state?

Io ieri sono stata a Expo e oggi sono tutta indolenzita! Per fortuna posso riposarmi questo weekend in modo da recuperare le energie.
Oggi voglio darvi un'ottima notizia per quanto riguarda il romanzo A un passo dalla vita dell'autore emergente Thomas Melis, che ho avuto occasione di leggere e recensire (QUI).

Per tutto il weekend, in occasione dell'anniversario dell'uscita del lavoro d'esordio A un passo dalla vita e al fine di celebrarne l'ottimo successo di critica e pubblico, il romanzo sarà disponibile GRATUITAMENTE su Amazon

Vi consiglio di approfittare di questa grande occasione per leggere questo romanzo e conoscere questo fantastico autore!


giovedì 22 ottobre 2015

Recensione film: Black Mass - L'ultimo gangster

Ciao a tutti, lettori e lettrici, come state?
Finalmente ecco la recensione di questo film che ho avuto occasione di andare a vedere al cinema domenica scorsa. Devo dire che ero in ritardo come al solito, ma per qualche caso strano sono arrivata in sala che trasmettevano l'ultimo trailer pre-film!


Regia: Scott Cooper
Cast: Johnny Depp, Joel Edgerton, Dakota Johnson e molti altri...
Genere: Thriller
Durata: 120 minuti
Anno: 2015

Trama: Nato e cresciuto a Boston, Jimmy Bulger è un criminale di zona, ha una gang, è rispettato e amato dai locali, specialmente da John Connolly, ora diventato agente dell'FBI che con i Bulger (Jimmy e suo fratello Bill, il senatore) è cresciuto. Proprio John Connolly propone a Jimmy di diventare suo informatore, così da poter fare carriera e in cambio gli consentirà di agire indisturbato.

RECENSIONE


Jimmy è un uomo cresciuto insieme al fratello a Boston, città in cui c'è chi lo ama e chi lo odia.
Da anni nel giro criminale, non si fa scrupoli a pareggiare i conti con gli deve qualcosa o gli fa qualche sgarro. 
Un giorno John Connolly, agente dell'FBI, decide di stringere un patto con Jimmy, proponendo di essere il suo informatore, naturalmente a insaputa delle autorità locali e dell'FBI.

In una Boston della metà degli anni '70 e '80 troviamo Jimmy Burgel interpretato da Johnny Depp, forse alla ricerca di un ruolo più serio e solido rispetto ai precedenti.
Tratto da una storia vera, questo film porta sul grande schermo ciò che la polizia americana in quegli anni ha permesso: l'associazione con un criminale.
Io non ero a conoscenza di questa storia e l'ho scoperta guardando questa pellicola. E' un film diverso da quelli che sono solita guardare e mi è sembrato difficile sotto certi aspetti.
Tantissimi personaggi diversi, alcuni che entrano a far parte della gang e che dopo cinque minuti muoiono in un parcheggio con un colpo in testa, ma d'altronde questo è ciò che succedeva.
Gli unici nomi che ho affettato sono quelli dei personaggi principali, Jimmy Burgel, suo fratello Bill e l'agente John Connolly.
Le parti della storia sono scandite dalle date, ma ciò non mi ha aiutato più di tanto a fare ordine nella mia testa.
L'interpretazione di Johnny Depp mi è piaciuta e come sempre è riuscito a calarsi nei panni del personaggio. L'unica pecca erano le lenti a contatto azzurre a dir poco enormi!
Purtroppo non rientra tra i miei film preferiti con questo attore perché non ha saputo trasmettermi niente. Nessuna emozione dall'inizio alla fine.
Mi sono piaciuti molto i titoli di coda raffiguranti le vere immagini di Jimmy Burgel e tutti i componenti della gang. 

Che dire, non ho un parere super positivo su questo film, ma se siete interessati alla storia o comunque al genere ve lo consiglio!


Voto
★★★✰✰

mercoledì 21 ottobre 2015

Blogger Love Project: Event Wrap-Up

Buonasera readers, come state?
Oggi vi propongo l'ultimo appuntamento con Blogger Love Project e faccio un mini wrap-up dei miei obiettivi e di ciò che sono riuscita a realizzare durante il progetto.
E' stato il primo anno in cui ho partecipato al Blogger Love Project e devo dire che è stato molto bello. Ci sono state tante tappe interessanti, anche se purtroppo non sono riuscita a seguirle tutte come avrei voluto, e tantissima attività nella blogosfera. E' un'iniziativa a cui parteciperò volentieri l'anno prossimo se ci sarà una quarta edizione e invito tutti voi a farlo perché è davvero stupenda e ben organizzata. Faccio quindi i miei complimenti a Juliette di Sweety Readers , Veronica di She Was In Wonderland e Denise di Reading Is Believing !


I MIEI OBIETTIVI

  • Scrivere la recensione di Black Mass - L'ultimo gangster 
L'organizzazione è stata difficile, non avendo mai partecipato all'evento e purtroppo la recensione di questo film non sono riuscita a farla. Ma non disperate, è in arrivo!
  • Finire la lettura di Nessun'altra Strada e scriverne la recensione 
Obiettivo raggiunto! Potete trovare la recensione di questo fantastico libro QUI
  • Pubblicare il secondo appuntamento con la rubrica How To 
Anche questo obiettivo l'ho portato a termine. Per chi l'avesse perso, ecco il secondo appuntamento con la rubrica dedicato alla lettura di libri voluminosi.
  • Inaugurare una nuova rubrica che sto progettando da un po' 
Purtroppo organizzare il primo appuntamento di una nuova rubrica è impegnativo e non ce l'ho fatta, ma anche questo sarà presto online!
  • Essere il più attiva possibile nella blogosfera e commentare i post dei vari blog 
Posso ritenermi abbastanza soddisfatta. Ho commentato vari post su vari blog e continuerò a farlo il più possibile. Ricevere i vostri commenti mi ha fatto davvero tanto piacere, quindi vi ringrazio infinitamente!


L'appuntamento di oggi finisce qui e se volete lasciarmi un commentino o il link al vostro Wrap-Up sarò felice di leggerli!


martedì 20 ottobre 2015

Blogger Love Project: Share Your Blogger Love

Buona sera a tutti, lettori e benvenuti in un nuovo appuntamento con Blogger Love Project!
La tappa di oggi prevede di elencare i nostri blog preferiti assegnando loro una categoria.
Sarà un'ardua impresa per me, che seguo tanti blog e ne scopro sempre di nuovi. Mi piace conoscere nuovi blogger e i loro angolini, leggere i loro pareri su libri e magari anche serie TV e film e di commentare il più possibile.
Questa breve "classifica" sarà composta da blog che in qualche modo mi hanno colpita e che seguo con entusiasmo, ma devo ammettere che è stata una scelta difficile!


Parla dei tuoi blog preferiti, ma attenzione! Devi assegnare un blog ad una specifica categoria, qualsiasi categoria ti venga in mente. Grafica migliore, blog più divertente, scrittura più bella, rubrica più utile, blogger simpatici, fangirl più accanite, recensioni più utili e così via. Questi sono solo suggerimenti, ogni categoria, anche la più assurda, è ammessa!



Primi passi nella blogosfera

 Il profumo dei libri ovvero il primissimo blog che ho scoperto appena entrata a far parte della blogosfera e che mi ha dato un'idea di come impostare il blog.

Miglior grafica
Coffee and Books ha una grafica a dir poco stupenda, la adoro! I colori si addicono perfettamente ed è molto ordinato.

Recensioni & nuovi titoli
Mr Ink: Diario di una dipendenza è un blog che seguo da tanto tempo e di cui leggo sempre le recensioni. Adoro come scrive e spesso trovo ottimi titoli che ancora non conoscevo.


Miglior rubrica


Sweety Readers ha creato una rubrica utilissima per un'imbranata come me. Sto parlando di Book Blogging 101 in cui si possono trovare aiuti di grafica e HTML, cose che servono un po' a tutti noi blogger.

Miglior fotografia

Di She Was In Wonderland adoro le fotografie in ogni post, con quello sfondo in legno che mi ricorda i paesi nordici -lasciatemi perdere, ho gli occhi a cuoricino! Spero di avere anch'io, un giorno, la capacità di fare fotografie del genere.

Miglior confronto
La Collezionista di Biglietti non è un blog letterario, bensì di film e serie TV! Adoro le recensioni di Giulia e le leggo sempre, anche perché quasi sempre sono titoli che ho già visto e di cui mi interessa un parere altrui o titoli che vorrei vedere.

Blog vivace 

Per i colori, i contenuti e il modo di scrivere, la mia nomina va a Geeky Bookers, un blog fresco e colorato che leggo sempre con piacere!



La mia lista finisce qui, spero vi piaccia!
Corro a curiosare le vostre per scoprire quali sono i vostri angolini preferiti e, perché no, anche scoprirne di nuovi.







lunedì 19 ottobre 2015

Recensione: Nessun'altra strada

Buon pomeriggio e buon inizio settimana a tutti!
Finalmente è sbucato il sole e io sono pronta per proporvi una nuova recensione. Il libro in questione l'ho terminato qualche giorno fa, ma ho preferito aspettare per radunare i pensieri nella mia mente.
Oggi vi parlo di Nessun'altra strada dell'autrice emergente Viola Lodato.

Autore: Viola Lodato
Casa editrice: Triskell Edizioni
Genere: Fantascienza
Numero pagine: 209
Formato: Ebook

Trama: Victoria è una ragazza di ventitré anni che vive in una società angloamericana dai tratti quasi post-apocalittici e orwelliani. Il suo passato è costellato di eventi negativi che l’hanno segnata e che le hanno portato via ogni cosa. Dopo aver perso tutto, finalmente riesce a trovare qualcuno disposto ad aiutarla, un lavoro, l'amore.
Da un giorno all'altro, però, si trova nuovamente da sola e decide di rischiare la vita pur di salvare Clay, l'uomo che ama. Victoria mette in atto il suo piano e cerca di fuggire oltre la Manica, verso la libertà, ma il viaggio non sarà facile come crede. Arrivata finalmente in Francia, ciò che trova la sconvolge: riaffiorano volti del passato, personaggi nuovi estremamente significativi e l'odio di Clay.
A un passo dal riappropriarsi della sua vita, Victoria si troverà costretta ad affrontare i fantasmi di un passato che credeva ormai sepolto, per salvare se stessa e chi ama.

RECENSIONE


Victoria non è una ragazza come le altre. Victoria si è ritrovata a vivere in mezzo alla strada come una mendicante, per la quale la vita agiata è solo un vago ricordo. La sua famiglia è stata spezzata dal Regime dopo la Terza Guerra Mondiale e l'unica persona su cui può fare affidamento è Clay, un ragazzo che decide di aiutarla facendola vivere nella sua stessa casa e trovandole un lavoro.
Ma le cose possono cambiare da un momento all'altro e come si può reagire davanti alla realtà, quando ci si accorge di aver vissuto una menzogna?

Non ho mai pensato a come sarebbe il mondo dopo un'altra guerra mondiale, ma certamente lo scenario che ci propone l'autrice è terribile. Il Regime applica severi controlli e le persone più disperate s'imbattono in un programma, o meglio, gioco in cui si rischia veramente la vita.
Victoria è una donna forte e coraggiosa che mette in gioco tutto pur di salvare Clay, il suo amore.
Non pensa alle conseguenze, nè se quello che sta facendo sia giusto o sbagliato. Per lei l'unica cosa da fare è salvare Clay da quell'inferno.
Una volta scappati da quel maledetto posto, riescono miracolosamente ad andare in Francia e ciò che trova al di là del confine la lascia senza parole. 

Non voglio rivelarvi altro, ma la lettura di questo libro è stata intensa e veramente intrigante. Nonostante sia ambientata in un periodo storico futuro e per noi non così facile da immaginare, la storia è davvero ben strutturata e i personaggi sono ben delineati.
E' stata una lettura davvero avvincente, una pagina tira l'altra. Un'ultima considerazione va alla copertina, che trovo davvero stupenda e rappresentativa!

Ringrazio l'autrice per avermi contattata, dandomi la possibilità di leggere e recensire il suo romanzo.

Voto
★★★★✰

venerdì 16 ottobre 2015

How To: Leggere libri voluminosi

Buon pomeriggio a tutti, cari lettori!
So di essere in ritardo, ma ho posticipato l'appuntamento con questa rubrica a oggi per pubblicare i post riguardanti il Blogger Love Project. Ho ancora tante cose da pubblicare, ma vi chiedo di avere pazienza, farò del mio meglio!
Ora però godiamoci il secondo appuntamento con la rubrica!

Vi è mai capitato di dover leggere un libro gigante, con infinite pagine, che avete comprato o che vi è stato imposto? Non sapete da dove iniziare, vi manca la voglia e magari avete una data di scadenza da rispettare...
Odio tremendamente queste situazioni, perché non mi sento libera di godermi la lettura come vorrei e sono condizionata da che metodo più efficace usare in modo che risulti efficace.
Questi piccoli consigli che sto per proporvi li ho utilizzati e spero siano utili anche a voi.

Metodo "L'introduzione è un optional"
Non che io mi comporti diversamente con libri di dimensioni maggiori, ma a maggior ragione in queste situazioni salto completamente le introduzioni, fatta eccezione per i casi in cui sono materia di studio. Quando capita è sempre meglio darci una letta, anche veloce.

Metodo "Matematico"
Lo uso soprattutto quando ho una scadenza da rispettare e poca voglia di leggere.
Semplicemente calcolo i giorni entro cui devo finire il libro, conto le pagine totali da leggere e divido il libro in tot pagine da leggere ogni giorno.
Piccolo esempio: se ho 100 pagine da leggere e 10 giorni a disposizione, leggerò 10 pagine al giorno.
In questo modo riuscirò a terminare la lettura entro il tempo prestabilito non stressandomi troppo.

Metodo "Leggiamo insieme"
A volte un confronto di idee con qualcuno che sta leggendo o ha già letto il nostro stesso libro può aiutarci a trovare la voglia di continuarlo, specialmente se non è di nostro gradimento.
Potete quindi trovarvi in biblioteca, al parco o ovunque voi vogliate con un amico che sta leggendo quel libro e leggerlo insieme. Oppure parlargliene, leggendolo contemporaneamente e individualmente e dopo ogni capitolo scambiarsi le idee a proposito.

Metodo "Parere altrui"
Come spesso accade, magari a metà libro la lettura si fa pesante e priva di colpi di scena. Questo mi fa desiderare di aver già finito il libro per togliermelo di torno, ma a volte mi fa proprio passare la voglia di leggere. Come fare? 
Leggere le recensioni nei blog letterari o su Good Reads può essere un modo per stimolare la lettura, perché magari non si è ancora scoperta una parte avvincente o si vede la storia nel modo sbagliato. 
A me leggere altri punti di vista aiuta molto, un po' mi rende curiosa di farmi un'idea mia del libro completo e anche di vedere che punto di vista hanno gli altri lettori.


L'ultimissimo consiglio, forse il più importante di tutti, è di non scoraggiarvi davanti ad una lettura lunghissima e (forse) noiosa. Pensate positivo, potrebbe sempre rivelarsi un buon libro e cambiare la vostra opinione al riguardo e, perché no, insegnarvi qualcosa.

Con questo ho detto tutto e spero di esservi stata d'aiuto in qualche modo.
Il prossimo appuntamento vi aspetta il 14 novembre, stay tuned!


mercoledì 14 ottobre 2015

Blogger Love Project: Quotes, Quotes, Quotes Challenge

Vi è mai capitato di leggere un libro, vedere un film o trovare semplicemente qualche immagine su internet contenente una frase che su di voi ha un certo impatto, che rappresenta i vostri sentimenti o ciò che pensate?
Allora siete nel posto giusto, perché stasera si parla di citazioni, grazie alla Blogger Love Project Challenge!

È tempo di citazioni! Condividi le tue citazioni preferite. Anche qui puoi seguire un tema (citazioni sull'amore, sull'amicizia, sulla vita, sulla natura) o semplicemente elencare le citazioni che ultimamente ti piacciono di più. Non abbiate paura di dare spazio a citazioni inusuali, particolari o divertenti!

Sono solita ad annotare le frasi che mi colpiscono di più perché voglio poterle rileggere e vedere se hanno lo stesso effetto.
Ecco le mie citazioni preferite tratte da libri, film e serie TV:

"La denigrazione delle persone che amiamo ci allontana sempre un po' da loro. Non bisogna toccare gli idoli: la doratura resta sulle mani"
Gustave Flaubert - Madame Bovary

"Hai presente quelle scatole di latta con i biscotti assortiti? Ci sono sempre quelli che ti piacciono e quelli che no. Quando cominci a prendere subito tutti quelli buoni, poi rimangono solo quelli che non ti piacciono. È quello che penso sempre io nei momenti di crisi. Meglio che mi tolgo questi cattivi di mezzo, poi tutto andrà bene."
Haruki Murakami - Norwegian Wood

"Per quanto una situazione possa sembrare disperata, c'è sempre una possibilità di soluzione. Quando tutto attorno è buio non c'è altro da fare che aspettare tranquilli che gli occhi si abituino all'oscurità."
Haruki Murakami - Norwegian Wood

"Quando puoi smettere non vuoi...
Quando vuoi non puoi più!"
Paradiso + Inferno - Casper

"Quando vuoi bene a qualcuno il dolore fa parte del pacchetto."
The Walking Dead 4 - Beth Greene

Si conclude qui la mia lista di citazioni!
Spero vi sia piaciuta e ditemi se qualcuna ha attirato la vostra attenzione. Passerò presto a leggere le vostre, sono troppo curiosa di scoprirne altre!

Blogger Love Project: My Life As Blogger

Buon pomeriggio, readers e bentornati con Blogger Love Project, oggi è il terzo appuntamento e vi catapulterò nella vita quotidiana di una blogger (cioè la mia) e vi parlerò un po' di come organizzo il mio angolino.


Obiettivo della challenge è quello di condividere la vostra tipica giornata da blogger. Quando scrivete i post? Come vi organizzate per bilanciare blog e vita privata? Quanto tempo dedicate alla blogosfera? Quali cose ritenete indispensabili per organizzarvi? Potete indirizzare la challenge unicamente sull’aspetto “blogger”, oppure potete inserire anche piccole cose su come si svolge la vostra giornata dal punto di vista “personale”.

Vita quotidiana
La mia giornata da studentessa richiede di essere in piedi alle 6.45 del mattino, prepararmi e correre a scuola per la campanella delle 8.00, cosa che non sento quasi mai perché sono molto spesso in ritardo.
Lasciando perdere i piccoli dettagli, dopo 5 ore e mezza di lezione torno finalmente a casa e, dopo pranzo, mi concedo una pausa con un libro o il blog.
Il pomeriggio lo passo principalmente sui libri, ma quando ho un attimo di tempo scrivo i post in arretrato.
Alla sera preferisco guardare la TV, specialmente il lunedì e il martedì in cui ci sono le mie serie preferite, ma capita che mi dedichi al blog se ho qualcosa in sospeso da fare.
Infine crollo dal sonno verso le 23/23.30 rapita dal mio letto, dopo aver letto qualche pagina del libro sul mio comodino.

Come organizzo il blog?
Non mi definisco la persona più organizzata del mondo, ma mi piace coordinare tutte le attività che ho in programma di svolgere. Per organizzare il blog utilizzo tantissimo il cellulare, dove annoto tutte le idee e i post da scrivere. Ho provato ad utilizzare un'agenda, ma quando le idee mi vengono all'improvviso come quasi il 90% delle volte, non ce l'ho a portata di mano e finisce che me ne dimentico.
Dopo un anno nella blogosfera ho utilizzato solo una volta la programmazione dei post, purtroppo senza successo, quindi avrete capito che li pubblico direttamente io.
Magari quando capirò bene come funziona, la utilizzerò di più!
Cerco sempre di variare i contenuti che pubblico, in modo che voi lettori non vi annoiate leggendo sempre e solo recensioni, o rubriche o quant'altro.
Il blog fa parte della mia vita da solo un anno, ma la influenza moltissimo. Non c'è giorno in cui io non pensi a come migliorarmi e migliorarlo, a che progetti fare o ai post futuri. Gli dedico circa un'ora o più al giorno per rispondere ai commenti e leggere i post dei blog che seguo.
La cosa più bella di questa vita da blogger, anche se non mi definisco blogger (parola troppo grande per me), è il riscontro che ho da parte vostra, ogni vostro commento mi rende soddisfatta e felice.

Ecco quindi come vivo le mie giornate e come mi dedico al blog.
Spero di avervi tenuto compagnia in questo (mio) pomeriggio piovoso e sono curiosa di sapere come voi organizzate la vostra vita da blogger, quindi vado subito a leggere i vostri post al riguardo!



lunedì 12 ottobre 2015

Blogger Love Project: Unpopular Opinion Book Tag

Buon lunedì e ben trovati con il secondo appuntamento di Blogger Love Project!
Oggi parliamo di libri ed opinioni sui libri e grazie a questo tag vi dico la mia dal mio punto di vista.
Let's go!

1. Un libro/una serie popolare che non ti è piaciuto/a. Per niente.
Si tratta del libro La corporazione dei maghi, primo della trilogia The Black Magician.
Se la serie fosse famosa al tempo non lo so, ma non sono un'appassionata di serie e le altre che ho letto fin'ora mi sono tutte piaciute.
La lettura si rivelò noiosa e non finii nemmeno il libro, proprio non era fatto per me!

2. Un libro/una serie che tutti odiano, ma che tu ami.
Penso sia Fallen di Lauren Kate. La mia lettura di questa serie risale a più di 5 anni fa, ma ricordo quanto mi piaceva e quanto mi appassionava. Devo ammettere che negli ultimi due libri la magia della storia è lentamente scomparsa, ma a me è comunque piaciuta molto.
Ho sentito pareri contrastanti, c'è chi l'ha amata e chi l'ha odiata, anche se molti sono pareri negativi.

3. Un triangolo amoroso in cui la tua ship non ha avuto la meglio.
Come ho detto prima, non sono un'amante di serie e raramente mi capita di fare il tifo per una coppia. Mi piaceva molto la coppia Luce - Daniel in Fallen (ero innamorata anche io di quel ragazzo), ma Cam mi ha fatto avere qualche indecisione.

4. Un genere letterario che non ami molto.
Non amo particolarmente i romanzi a sfondo storico, fatta eccezione per quelli riguardanti la Seconda Guerra Mondiale. Anche i fantasy non rientrano nella mia categoria preferita.

5. Un personaggio molto amato che non ti piace.
Jacob Black di Twilight.
Non ho letto i libri, ma ho visto tutti i film e proprio non mi piace, sia nei comportamenti, sia nell'aspetto fisico.
Eppure tutte impazziscono per lui...

6. Un autore molto popolare che non riesce ad appassionarti.
Ce ne sono ben due a cui fin'ora non sono riuscita ad avvicinarmi: J.K. Rowling e Stephenie Meyer.
I libri di Harry Potter da bambina non mi entusiasmavano (lo so, sono un caso più unico che raro) e la saga di Twilight non mi attirava per niente. Di entrambi però ho visto i film ed Harry Potter l'ho amato cento volte di più.

7. Un trend popolare che ti ha stufato.
Solo uno? Beh, io direi: vampiri, malattie terminali e storie erotiche da quattro soldi.
I vampiri ormai sono fuori moda, le malattie terminali hanno fatto il boom con Colpa delle Stelle che, non fraintendetemi, ho adorato, ma non mi sembra così bello mettere il cancro in ogni storia solo per commuovere i lettori e far soldi.
E dopo Cinquanta sfumature di grigio anche io, nonostante sia al polo opposto di questo genere, non ho più parole.
Ci tengo a precisare che ritengo i trend una copiatura bella e buona di un'idea che ha avuto qualcuno, ma per far soldi si sa, si scriverebbe anche di pupù di cani se fosse un trend.

8. Una serie popolare che non hai nessuna intenzione di iniziare.
Non odiatemi, ma la serie Divergent e simili non fanno al caso mio, perciò penso proprio che non le inizierò.

9. Un film/una serie TV che ami più del libro.
Per quanto riguarda il film, direi Non lasciarmi, tratto dall'omonimo romanzo di Kazuo Ishiguro.
Ho amato tantissimo il film, è uno tra i miei preferiti e forse ha influito il fatto che ho scoperto prima il film del libro.
Per quanto riguarda invece le serie TV, amo alla follia The Walking Dead, narrato in modo totalmente diverso da fumetto e, a mio parere, in modo più avvincente ed intrigante.

Il tag finisce qui, ma sono curiosa di sapere le vostre risposte a queste domande, perciò preparatevi perché sbircerò i vostri tag!

domenica 11 ottobre 2015

Blogger Love Project - Let's Get Started

Buonasera, miei cari!
Finalmente è giunto il momento del Blogger Love Project, un'iniziativa ideata da Sweety Readers , She was in Wonderland e Reading Is Believing a cui partecipo per la prima volta, che
ha come obiettivo quello di rendere attiva la comunità della blogosfera ed è aperta a tutti, lettori e bloggers.
Ci saranno appuntamenti quotidiani con temi diversi e spero davvero di riuscire a partecipare a tutti.


DAY ONE - OBIETTIVI BLOGGER LOVE PROJECT 

  • Scrivere la recensione di Black Mass - L'ultimo gangster 
  • Finire la lettura di Nessun'altra Strada e scriverne la recensione
  • Leggere di più e terminare la lista dei libri di autori emergenti
  • Pubblicare il secondo appuntamento con la rubrica How To
  • Inaugurare una nuova rubrica che sto progettando da un po'
  • Essere il più attiva possibile nella blogosfera e commentare i post dei vari blog
Per quanto riguarda una nuova grafica penso sia troppo presto, anche se la sto già ideando.

Questo è tutto per quanto riguarda il Let's Get Started. Stay tuned

sabato 10 ottobre 2015

Share Your Blog: Introduzione

Ciao a tutti, lettori e lettrici, come state?
Io sono emozionata perché sto per presentarvi una nuova iniziativa del blog e spero vi piaccia. Si tratta di un progetto che ho ideato prendendo spunto da "New Blogs, New Voices" de Il profumo dei libri e chi di voi ha partecipato a quello, saprà già di cosa si tratta.


<a href="http://cinebooksblog.blogspot.it/2015/10/share-your-blog-cose-iscrizioni-aperte.html" target="_blank"><img src="http://i61.tinypic.com/2m2c2gx.jpg" border="0" alt="Image and video hosting by TinyPic"></a>

Mini Banner

<a href="http://cinebooksblog.blogspot.it/2015/10/share-your-blog-cose-iscrizioni-aperte.html"><img height="200px" src="http://i62.tinypic.com/hun7l4.jpg" /> </a>

Cos'è
Share Your Blog è un'iniziativa finalizzata a far conoscere i blog appena nati o comunque con pochi followers tramite un'intervista fatta al blogger. Il Cinebooks Blog è aperto da un anno e ho fatto molta fatica a farmi conoscere nel mondo della blogosfera (non che io ora sia famosa) quindi voglio dare a voi, nel mio piccolo, un aiuto facendo conoscere il vostro blog. In questo modo i lettori potranno leggere qualcosa su di voi e scoprire il vostro angolino.

Come partecipare
Per iscrivervi all'iniziativa dovete essere lettori fissi di questo blog (se ancora non lo siete potete diventarlo cliccando nel riquadro sul lato destro) e lasciare un commento con la vostra mail, il nome e il link del vostro blog. Facile no?

Regolamento
- Può partecipare qualsiasi tipo di blog, non necessariamente letterario
- Possono partecipare solo blog con meno di 100 followers
- Il blog partecipante dovrà avere qualche articolo già pubblicato al suo interno ed essere attivo
- Condividere il banner dell'iniziativa nel proprio blog e sui social 

Le interviste inizieranno l'1 dicembre e verranno pubblicate due volte a settimana, ogni martedì e venerdì. Nella barra laterale a destra verrà esposto il banner del blog intervistato per la durata dell'intera settimana, in modo che i lettori possano visitare il vostro blog.
Seguirò l'ordine cronologico dei commenti (dal primo all'ultimo) per intervistarvi e le domande vi verranno inviate via mail.

Le iscrizioni sono aperte dal 10 ottobre al 30 novembre.

Penso di avervi detto tutto e spero che questa iniziativa possa piacervi!

mercoledì 7 ottobre 2015

TAG: 25 domande sui libri!

Buon pomeriggio, miei carissimi lettori!
Come state? La mia settimana si prospetta piena di impegni, ma spero di riuscire a pubblicare i post con regolarità.
Oggi ho deciso di proporvi un tag che ho trovato girovagando in rete. Risale ad aprile 2014, ma mi sembrava bello e interessante per voi lettori, quindi spero vi piaccia.


REGOLE:
- Nomina almeno 5 blog a cui fare le domande: siete tutti nominati!
- Cita chi ha creato il tag: Racconti dal passato
- Nomina e ringrazia il blog che ti ha nominato: in questo caso mi sono autonominata, ma ringrazio Racconti dal passato per aver ideato il tag
- Usa come immagine quella in cima al post

Ed ora ecco le 25 domande!

1. Come scegli i libri da leggere?
Prima di aprire il blog entravo in libreria e leggevo la trama dei libri con le copertine che mi piacevano, ora leggo spesso recensioni sui libri che mi interessano, anche se non determinano la mia scelta definitiva.

2. Dove compri i libri: in libreria o online?
Ho sempre comprato i libri in libreria, fino ad ora non ho mai comprato nulla online e mi sentirei un po' impedita. E poi, vogliamo paragonare l'emozione di entrare in libreria con quello di visitare Amazon?

3. Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?
Ahimè sono un'accumulatrice di libri e se non  faccio qualcosa, presto mi vedrete su Real Time!
Scherzi a parte, non aspetto mai di finire un libro per comprarne un altro, li compro anche se non ho più spazio in cui metterli. Che volete farci, adoro collezionare libri!

4. Di solito quando leggi?
In estate, visto che ho tempo libero a non finire, leggo di pomeriggio o di sera o entrambi.
In inverno, causa studio e impegni vari, leggo alla sera prima di dormire. In rare giornate leggo anche di pomeriggio.

5. Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?
No, non temo alcun tipo di libro, grande o piccolo che sia. Anzi, se compro un libro con tante pagine, le mie aspettative tendono ad essere alte. Ciò però vale per qualsiasi libro.

6. Genere preferito?
Sono una lettrice che va a periodi per quanto riguarda il genere preferito. Amo i thriller, la narrativa, gli young adult e i romanzi rosa, ma ci sono periodi in cui non mi va di leggere un determinato genere e punto su un altro.

7. Hai un autore preferito?
Il mio autore preferito ad oggi è Haruki Murakami, di cui ho letto qualche libro. Il primo libro che ho letto è stato Norwegian Wood ed è diventato il mio libro preferito. Lo rileggerei infinite volte!

8. Quando è iniziata la tua passione per la lettura?
Penso che la mia passione per la lettura sia iniziata al tempo delle elementari, quando mi hanno insegnato a leggere. Ho iniziato con dei libri di fiabe fino ad arrivare ai romanzi.

9. Presti libri?
Punto dolente, miei cari! Oltre ad essere una collezionista/accumulatrice di libri, sono anche molto restia a prestarli. Adoro i miei libri e me ne prendo cura. Odio le copertine rovinate, le pagine con le "orecchie" o segni di biro e quant'altro. Per questo motivo non presto i miei libri, temo che finiscano in mani sbagliate.

10. Leggi un libro alla volta oppure riesci a leggerne diversi insieme?
Avrò provato sì e no una volta a leggere due libri contemporaneamente ed è stato un disastro!
Ho deciso quindi di continuare a leggere un libro alla volta, per concentrarmi interamente sulla storia.

11. I tuoi amici/famigliari leggono?
Mia mamma e il mio ragazzo leggono, mentre il resto della mia famiglia legge a malapena i quotidiani.

12. Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?
Posso impiegarci un giorno o un mese, tutto dipende dai miei impegni e da quanto il libro riesce ad intrigarmi.

13. Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?
Certo, che domande! Tento in tutti i modi di scoprire cosa sta leggendo, così da sapere se ho letto anche io quel libro.

14. Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe?
Che domanda difficile...solo uno? Norwegian Wood per quanto riguarda una lettura in italiano, altrimenti se dovessi scegliere un libro in lingua, assolutamente Eleanor & Park.

15. Perché ti piace leggere?
Leggere mi porta fuori dal tempo e dallo spazio reale, catapultandomi in mondi sempre diversi e facendomi conoscere "persone" (alias personaggi) sempre diversi.

16. Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?
Quando ancora non avevo accumulato così tanti libri nella mia libreria, andavo spesso in biblioteca.
Ora ci vado se per caso cerco un titolo fuori catalogo o se voglio leggere un libro su cui sono indecisa e che non comprerei per paura di una delusione.

17. Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?
Solo un libro non sono ancora riuscita a finire. Si tratta di Auschwitz - Ero il numero 220543, titolo che ho inserito nella mia TBR List e che spero un giorno di terminare.

18. Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro?
Non ho mai comprato un libro SOLO per la bella copertina, ma quando una copertina di un libro attrae la mia attenzione leggo la trama, in modo da sapere se potrebbe piacermi o meno.
Una copertina che attrae la mia attenzione non contiene immagini del film tratto dal medesimo libro e soprattutto non contiene titoli sgargianti o in colore oro/argento. Mi attraggono le copertine in stile gotico o con disegni particolari, anche minimal.

19. C’è una casa editrice che ami particolarmente, e perché?
Amo la casa editrice Sperling & Kupfer perché pubblica romanzi di mio interesse e con copertine molto carine.

20. Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni “al sicuro” dentro casa?
Quando so di dover passare molto tempo fuori casa e di dover stare sui mezzi pubblici per un lungo tratto di strada, porto il libro che sto leggendo (se non pesa un quintale!). Altrimenti li tengo "al sicuro" dentro casa, dove so che nessuno potrebbe far loro del male.

21. Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?
La copia di Norwegian Wood, perché quando l'ho letto la copia non era mia. Inoltre questo libro rappresenta tante cose per me, anche dal punto di vista personale e sentimentale, quindi è stato un regalo graditissimo!

22. Come scegli un libro da regalare?
Mi baso sui gusti della persona a cui devo regalare il libro. Se è un/a lettore/lettrice come me, la scelta è più semplice, mentre se si tratta di una persona che legge poco, tendo a scegliere un libro intrigante ma non troppo voluminoso.

23. La tua libreria è ordinata secondo un criterio, o tieni i libri in ordine sparso?
Ultimamente i miei ultimi arrivi in libreria sono impilati sopra agli altri, ma sì, seguo l'ordine di grandezza e, in alcuni casi, di collana. Le saghe sono tutte unite in una parte di libreria.

24. Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?
Se non capisco bene il contenuto o è la spiegazione di qualche parola straniera, sì, altrimenti le salto.

25. Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?
No, solitamente le salto perché non mi interessano.

Amici miei, il tag si conclude qui! Spero di avervi tenuto compagnia e di avervi fatto conoscere qualche aspetto della me lettrice che ancora non conoscevate.
Vi invito ancora una volta a partecipare, se ne avete voglia!
Fatemi sapere cosa ne pensate e magari elencatemi le vostre 25 risposte in un commentino qui sotto. Sarò felice di sapere che tipo di lettori siete!

venerdì 2 ottobre 2015

Segnalazione librosa: Alakim - Le regole del gioco

Ciao a tutti, carissimi lettori!
Oggi vi propongo un'altra segnalazione librosa: questa è stata una settimana all'insegna delle segnalazioni di autori emergenti a quanto pare.
Il libro in questione è il secondo volume della serie Alakim di Anna Chillon di cui trovate la prima segnalazione QUI


Autore: Anna Chillon
Casa editrice: Loquendo Editore
Genere: Urban Fantasy
Formato: Cartaceo / Ebook
Numero pagine: 434
Data di pubblicazione: 2015
Prezzo: 13.90€ (cartaceo) / 3.90€ (ebook)
Link d'acquistoAMAZON / KOBO 
Trama: Lontano. Solo. Libero di accantonare quel poco di umanità rimasta, Alakim terrorizza le notti parigine dando sfogo alla parte più oscura di sé. È in queste condizioni che s’imbatte in un un uomo dalle grandi risorse ed empia inventiva, il cui potere cela azioni criminali. Alakim resta perciò a Parigi, lungi dall'idea di far ritorno e ignaro di chi, per amore o per vendetta, si è già messo sulle sue tracce. Per trovarlo, Nicole e Muriel hanno infatti deciso di intraprendere un viaggio che li costringe a mettersi in gioco nel più esplicito dei modi. 
Scelte difficili e persone senza scrupoli ostacoleranno il loro cammino, ma ciò che conta è trovare Alakim per essere uniti ancora una volta nel tentare l'impossibile, scommettendo ancora tutto in nome di un'amicizia. 
Lotteranno, cederanno alla carne e scenderanno a compromessi con la propria coscienza, per comprendere che, in fin dei conti, il "gioco" non è soltanto quello che si palesa come tale, ma è la vita stessa, nella quale ogni vittoria non è altro che l'inizio di una nuova avventura. E chi tira le fila, non sempre ottiene esattamente ciò che vuole.

giovedì 1 ottobre 2015

Novità cinematografiche - Ottobre 2015

Ecco qui anche le novità relative al cinema!
Quale film mi farà correre nelle sale per vederlo?
Scopriamo subito i titoli di questo mese.

01. Appuntamento con l'@more

Regia: Max Nichols
Cast: Analeigh Tipton, Miles Teller, Jessica Szohr e molti altri...

Trama: Un rapporto senza troppe pretese, l'avventura di una sola notte combinata tramite un sito di appuntamenti on line, si trasforma in un incubo del giorno per Megan e Alec quando una bufera di neve paralizza New York! Bloccati nell'appartamento di lui, costretti a passare un altro giorno e un'altra notte insieme, il primo vero faccia a faccia tra i due è un insieme di battibecchi, che però riaccende lo spirito provocatorio che aveva contraddistinto il loro incontro on line. Mentre stilano una classifica delle rispettive aspettative sessuali, andate deluse nella loro notte insieme, i due realizzano che hanno un'opportunità unica di ripetere tutto aiutandosi a vicenda a soddisfare le reciproche aspettative, cosa che li porterà inevitabilmente a trascorrere un giorno di neve davvero hot. Ma non appena un'intesa quasi magica inizia a prendere piede tra i due, Megan scopre un segreto scioccante che mette a repentaglio la loro relazione prima ancora che esca dalle lenzuola.

Durata: 86 min
Genere: Commedia sentimentale

Al cinema dal 1 ottobre.

02. Padri e Figlie


Regia: Gabriele Muccino
Cast: Russell Crowe, Amanda Seyfried, Aaron Paul e molti altri...

Trama: New York, 1989. Jake Davis è uno scrittore che ha già vinto un premio Pulitzer. Quando sua moglie muore in un incidente d'auto Jake si ritrova a dover crescere la figlia Katie da solo, e a gestire una serie di problemi fisici e mentali che lo costringono ad un temporaneo ricovero presso un ospedale psichiatrico. Purtroppo Katie viene affidata alla zia, sorella della madre defunta, che nutre verso Jake un profondo rancore. New York, 25 anni dopo. Katie è diventata un'assistente sociale che si occupa di bambini disagiati e che nel tempo libero si concede a chiunque, rifiutando di instaurare legami che vadano oltre il sesso occasionale. Il grande amore che ha provato per il padre le ha lasciato un vuoto incolmabile e ha fatto di lei una persona in grado di aiutare gli altri, ma non se stessa.

Durata: 116 min
Genere: Drammatico

Al cinema dal 1 ottobre.

03. Hotel Transylvania 2

Regia: Genndy Tartakovsky
Cast: Mel Brooks, Adam Sandler, Selena Gomez e molti altri...

Trama: Sono tornati! Dopo averci conquistato e divertito mostruosamente ormai vampiri e lupi mannari non ci fanno più paura! Nuove avventure per il Conte Dracula, sua figlia Mavis, i coniugi Frankenstein, la famiglia di lupi mannari composta da Wayne e Wanda, Murray la mummia e Griffin, l'uomo invisibile. Gli irresistibili mostri, già protagonisti del primo divertente film Hotel Transylvania, tornano al completo in questo sequel che li vede alle prese con un nuovo misterioso arrivato.

Durata: 89 min
Genere: Animazione

Al cinema dall'8 ottobre.


04. Black Mass - L'ultimo gangster


Regia: Scott Cooper
Cast: Johnny Depp, Joel Edgerton, Dakota Johnson e molti altri...

Trama: Nato e cresciuto a Boston Jimmy Bulger è un criminale di zona, ha una gang, è rispettato e amato dai locali, specialmente da John Connolly, ora diventato agente dell'FBI che con i Bulger (Jimmy e suo fratello Bill, il senatore) è cresciuto. Proprio John Connolly propone a Jimmy di diventare suo informatore, così da poter fare carriera e in cambio gli consentirà di agire indisturbato.

Durata: 120 min
Genere: Thriller

Al cinema dall'8 ottobre.



05. The Program

Regia: Stephen Frears
Cast: Ben Foster, Chris O'Dowd, Dustin Hoffman e molti altri...

Trama: Dai produttori de La teoria del tutto, il regista candidato Oscar Stephen Frears, dopo il successo di Philomena, porta sul grande schermo il più convincente ed elettrizzante imbroglio sportivo dei nostri tempi: quello di Lance Armstrong. L'ossessione per la vittoria spinge Armstrong a mentire e a tradire la lealtà di un'intera comunità. La vita di questo campione rivela la dura verità che alcune competizioni sono impossibili da vincere...senza doping.

Durata: 103 min
Genere: Biografico

Al cinema dall'8 ottobre.



06. Maze Runner - La Fuga


Regia: Wes Ball
Cast: Nathalie Emmanuel, Aidan Gillen, Dylan O'Brien e molti altri...

Trama: In questo nuovo capitolo dell'epica saga di Maze Runner, Thomas e i suoi compagni dovranno affrontare la sfida più grande: trovare nuovi indizi sulla misteriosa e potente organizzazione nota come WCKD. Il loro viaggio li porterà nella Zona Bruciata, una landa desolata piena di ostacoli inimmaginabili. Con l'aiuto della resistenza, si troveranno ad affrontare la potentissima WCKD e sveleranno gli sconvolgenti piani che aveva in serbo per loro.

Durata: 132 min
Genere: Azione

Al cinema dal 15 ottobre.

07. Lo stagista inaspettato

Regia: Nancy Meyers
Cast: Anne Hathaway, Robert De Niro, Nat Wolff e molti altri...

Trama: Una società di moda assume uno stagista decisamente fuori dagli schemi: Ben Whittaker un settantenne pensionato che ha scoperto che in fondo la pensione non è come immaginava e decide così di sfruttare la prima occasione utile per rimettersi in pista. Nonostante le diffidenze iniziali, Ben dimostrerà alla fondatrice della compagnia di essere una valida risorsa per l'azienda e tra i due nascerà un'inaspettata sintonia.

Durata: 121 min
Genere: Commedia

Al cinema dal 15 ottobre.


08. The Lobster


Regia: Giorgos Lanthimos
Cast: Léa Seydoux, Rachel Weisz, Colin Farrell

TramaIn un futuro prossimo e immaginario essere single oltre una certa età è vietato, pena l'arresto e la deportazione in un grande hotel nel quale si è obbligati a trovare l'anima gemella in 45 giorni di tempo, tra punizioni e questionari assurdi. Uomini d'affari, professionisti, donne in carriera e individui meno realizzati tutti insieme sono costretti a cercare un affiatamento possibile perchè se non dovessero trovarlo nel mese e mezzo a disposizione saranno trasformati in un animale a loro scelta.

Durata: 118 min
Genere: Fantascienza

Al cinema dal 15 ottobre.

09. Woman in Gold



Regia: Simon Curtis
Cast: Helen Mirren, Ryan Reynolds, Daniel Brühl e molti altri...

Trama: L'incredibile storia di Maria Altmann, una rifugiata ebrea che è stata costretta a fuggire da Vienna durante la seconda guerra mondiale. Decenni più tardi, determinata a salvare un po' di dignità dal suo passato, Maria intraprende una missione per recuperare un dipinto che i nazisti rubarono alla sua famiglia: la famosa Lady in Gold, un ritratto della sua amata zia Adele. Assieme a un inesperto ma determinato giovane avvocato, Maria si imbarca in un epico viaggio in cerca di giustizia.

Durata: 110 min
Genere: Drammatico

Al cinema dal 15 ottobre.


10. Sopravvissuto - The Martian

Regia: Ridley Scott
Cast: Matt Damon, Jessica Chastain, Kristen Wiig e molti altri...

Trama: L'equipaggio della missione Ares 3 sul suolo di Marte si trova nel mezzo di una tempesta che non lascia scampo. Il botanico Watney viene colpito da un detrito: credendolo morto, il comandante Lewis ordina alla squadra di abortire la missione e tornare sulla Terra. Ma Watney è vivo e, mentre cercherà di prolungare il più possibile la sua sopravvivenza sul Pianeta Rosso, la Nasa ricorrerà a ogni stratagemma per provare a riportarlo a casa. 

Durata: 130 min
Genere: Fantascienza

Al cinema dal 1 ottobre.