lunedì 16 febbraio 2015

Recensione film: Hours

Buon lunedì, miei cari!
So che l'inizio settimana è sempre traumatizzante, ma dobbiamo superarlo come meglio possiamo.
Oggi vi propongo la recensione di un film che ho visto venerdì scorso ma, come spesso accade, nel weekend non ho avuto tempo di mettermi al computer e scrivere due righe.
Si tratta di un film di cui non avevo mai sentito parlare, ma stava iniziando e perché non guardarlo?

(Se ti interessa il piccolo aggiornamento fatto all'ultimo appuntamento con la rubrica What's New?, clicca QUI )



Regia: Eric Heisserer
Cast: Paul Walker, Génesis Rodrìguez, Nick Gomez e molti altri...
Genere: Thriller
Durata: 97 minuti
Anno: 2013

Trama: Poco prima dell'alba del 29 agosto 2005, Nolan e sua moglie incinta Abigail raggiungono l'ospedale di New Orleans, per far nascere la loro figlia prematura. Quello che dovrebbe essere il giorno più bello della loro vita cambia però in modo tragico: l'uragano Katrina distrugge l'ospedale dove si trovano, che deve quindi essere immediatamente evacuato. Nolan rimasto da solo con la figlia appena nata e costretta a vivere grazie a un respiratore, si trova improvvisamente tagliato fuori dal mondo, con continui sbalzi di corrente e con l'inondazione in aumento, e cercherà in tutti i modi di salvare lui e sua figlia.

RECENSIONE


Che dire, sono un po' perplessa riguardo questo film.
L'uragano e le distruzioni che ne comporta mi sembravano punti di forza per i miei gusti apocalittici, ma dopo i primi 30 minuti circa, tutto il mio entusiasmo è iniziato a calare.
L'idea di base è buona, ma lo sviluppo fa acqua da tutte le parti: come fai a combinare qualcosa se ogni 2 minuti e 46 devi ricaricare una macchina per far respirare tua figlia? Diventa snervante.
Tralasciando che l'infermiera che deve aiutare Nolan svanisce per tre quarti del film nel nulla, anche la fine mi ha lasciato con un bel punto interrogativo: cosa succede dopo? E il resto del Paese in che condizioni si trova? Riusciranno a sopravvivere e a far tornare le cose alla normalità?
Risposte che mai riceverò da questo film.
Tanto per puntualizzare: la gente, sapendo che è in arrivo un uragano, non va al supermercato o in un negozio per fare scorta di cibo e bevande? A quanto pare no!
In conclusione, il film l'ho trovato un po' lento e in alcune parti ripetitivo.


Voto
★★★✰✰

2 commenti:

  1. Ciau Silvia! Sono una nuova follower, complimenti per il blog ;) se ti andasse di passare da me ne sarei felicissima *_*
    Il film purtroppo non mi ispira, non è il mio genere -.-" preferisco quelli ambientati nella seconda guerra @_@
    Un saluto e alla prossima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille, passo subito ;)
      Anche a me piacciono quelli ambientati nella seconda guerra mondiale, ma se si tratta di apocalisse devo assolutamente guardarlo (poi può benissimo non piacermi) :)

      A presto!

      Elimina