domenica 16 novembre 2014

Rubrica: My Wishlist #2

Buona domenica a tutti!
Ieri ho avuto un briciolo di tempo per andare in libreria e come non notare titoli interessanti?
Alcuni li avevo già adocchiati da qualche tempo, ma poi avevo lasciato perdere, mentre altri hanno catturato la mia attenzione.
Ho anche acquistato un libro in lingua inglese, Looking For Alaska di John Green (per leggere la recensione di Colpa delle Stelle clicca QUI) che spero di leggere presto!

Avviso che praticamente tutti i titoli sono già usciti da qualche tempo nelle librerie.

- Ruggine americana di Philipp Meyer

Casa editrice: Einaudi     Prezzo: 13,50     Pagine: 424

TramaA Buell, in Pennsylvania, il sogno americano prende la ruggine accanto alle fabbriche chiuse e alle acciaierie dimesse. Il lavoro che se ne va lascia dietro di sé una comunità in cui la fine del sogno di una nazione si ripete, ogni giorno, nei sogni infranti dei suoi abitanti. Come quelli di Isaac English: vent'anni, timido, insicuro, ha il cervello di un genio ma il college rimane un sogno da quando la madre si è suicidata e lui, qualche tempo dopo, ha tentato di imitarla. Sarebbe morto se non l'avesse salvato Billy Poe. Billy, da parte sua, non è molto sveglio, ma in compenso è grande e grosso: a scuola era un campione di football tanto da guadagnarsi una borsa di studio per l'università. Andarsene avrebbe significato stare alla larga dai guai ma ad abbandonare sua madre e la baracca in cui vivono non ce l'ha proprio fatta. Poi un giorno, dopo anni passati ad accudire il padre invalido, Isaac decide di scappare di casa e partire per la California. Appena fuori città si imbatte nell'amico Billy e quando scoppia un temporale decidono di ripararsi in un capannone abbandonato: l'incontro con tre senzatetto darà inizio a un'imprevedibile catena di eventi che segneranno per sempre le vite di Isaac, Billy e degli altri personaggi di cui Philipp Meyer ci racconta la storia e i pensieri. Selezionato da "The New Yorker" tra i migliori venti scrittori sotto i quaranta anni, Philipp Meyer è al suo primo romanzo del quale è in corso l'adattamento cinematografico per la regia di Walter Salles.

Dalla trama i due personaggi mi ricordano il libro "Uomini e topi", due amici uno il contrario dell'altro che si aiutano a vicenda. La trama non ha niente di troppo misterioso, ma mi ispira e spero di leggerlo! Magari mi capiterà di vedere prima il film...



- Il cavaliere d'inverno (Trilogia) di Paullina Simons

Casa editrice: Bur Rizzoli     Prezzo: 13,00 a libro    Pagine:700

TramaLeningrado, 1941. In una tranquilla sera d'estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell'Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta subito un'attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l'assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.

Mi sembra un romanzo coinvolgente, ambientato in un periodo di grandi difficoltà (la seconda guerra mondiale mi coinvolge da sempre, ma anche le storie d'amore!).

Ho già letto in precedenza un libro ambientato in Russia e mi era piaciuto, ma a tratti.
Questo mi sembra diverso, in più me l'ha consigliato anche una mia amica che ha letto l'intera trilogia!
Spero entrerà presto nella mia libreria!



- Premessa -

Dopo aver letto e amato Norwegian Wood di Haruki Murakami (trovi la recensione QUI), sono curiosa di leggere le altre sue opere. 
Ho cercato nella libreria della mia città e fortunatamente ne avevano alcuni!
Ho però paura che quelli che mi attraggono maggiormente, mi deludano, il che sarebbe un brutto colpo per me, perché fino ad ora ho amato alla follia il modo di scrivere di questo autore.
Se li avete letti sono curiosa di sapere come li avete trovati, se vi sono piaciuti o meno e se li consigliereste!

- 1Q84 (Trilogia)

Casa editrice: Einaudi              Prezzo: 26,00 per i tre volumi messi insieme

Cofanetto
Trama: 1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L’autista le suggerisce di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza. Ma aggiunge: «Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola». Negli stessi giorni Tengo, uno scrittore, riceve uno strano incarico: un editor gli chiede di riscrivere il romanzo di una diciassettenne così da candidarlo a un premio letterario. Ma La crisalide d’aria è un romanzo fantastico tanto ricco di immaginazione quanto inquietante: la descrizione della realtà parallela alla nostra e di piccole creature che si nascondono nel corpo umano come parassiti turbano profondamente Tengo. Intanto Aomame osserva perplessa il mondo che la circonda, finché un giorno non vede comparire in cielo una seconda luna e sospetta di essere l’unica persona in grado di attraversare la sottile barriera che divide il 1984 dal 1Q84. Ma capisce anche un’altra cosa: che quella barriera sta per infrangersi.             

Forse è un po' diverso come argomento da Norwegian Wood, ma provare qualcosa di diverso non costa nulla!


- La ragazza dello Sputnik



Casa editrice: Einaudi     Prezzo: 12,00     Pagine: 236

TramaLa storia ce la racconta un giovane senza nome, prima studente, poi maestro elementare. È innamorato di una sua coetanea, Sumire, una ragazza con il mito di Kerouac e della generazione beat. Sumire però non lo ricambia: lo accetta come amico e confidente, ma niente sesso. Lei è invece innamorata di un'altra donna: Myu, una bellissima imprenditrice quarantenne di origine coreana. Solo che anche Myu, pur attratta da Sumire, non vuole concretizzare in amore il loro sentimento. Non vuole o non può: c'è qualcosa di misterioso nel suo passato che le impedisce di amare, che la separa dal mondo. E così i destini dei tre protagonisti si inseguono senza mai congiungersi, vagano nello spazio e nel tempo come un satellite alla deriva.





- A sud del confine, a ovest del sole

Casa editrice: Einaudi     Prezzo: 20,00     Pagine: 216

TramaFino ad allora Hajime aveva vissuto in un universo abitato solo da lui: figlio unico quando, nel Giappone degli anni Cinquanta, era rarissimo non avere fratelli o sorelle, aveva fatto della propria eccezionalità una fortezza in cui nascondersi, un modo per zittire quella sensazione costante di non essere mai lì dove si vorrebbe veramente. Invece un giorno scopre che la solitudine è solo un'abitudine, non un destino: lo capisce quando, a dodici anni, stringe la mano di Shimamoto, una compagna di classe sola quanto lui, forse di più: a distinguerla non c'è solo la condizione di figlia unica, ma anche il suo incedere zoppicante, come se in quel passo faticoso e incerto ci fosse tutta la sua difficoltà a essere una creatura di questo mondo. Quando capisci che non sei destinato alla solitudine, che il tuo posto nel mondo è solo là dove è lei, capisci anche un'altra cosa: che sei innamorato. Ma Hajime se ne rende conto troppo tardi - è uno di quegli insegnamenti che si imparano solo con l'esperienza - quando ormai la vita l'ha separato da lei. Come il dolore di un arto fantasma, come una leggera zoppia esistenziale, Hajime diventerà uomo e accumulerà amori, esperienze, dolori, errori, ma sempre con la consapevolezza che la vita, la vita vera, non è quella che sta dissipando, ma quell'altra, quella che sarebbe potuta essere con Shimamoto, quella in un altrove indefinito, a sud del confine, a ovest del sole. Una vita che forse, venticinque anni dopo, quando lei riappare dal nulla, diventerà realtà.





Nessun commento:

Posta un commento