giovedì 25 settembre 2014

Recensione Film: The Normal Heart

Salve a tutti, lettori e lettrici!
Oggi vi propongo la recensione di un film che ho avuto occasione di vedere ieri sera.
Diretto da Ryan Murphy, sto parlando di The Normal Heart.
Iniziamo subito!

Regia: Ryan Murphy
Cast: Julia Roberts, Mark Ruffalo, Matt Bomer, Joe Mantello, Taylor Kitsch, Jim Parsons e Alfred Molina.
Genere: Drammatico
Durata: 133 minuti
Anno: 2014
Voto:

Trama: Anni '80. Ned Weeks è un famoso scrittore di New York, gay dichiarato, che si reca a Fire Island (Long Island), meta turistica gay, per il compleanno dell'amico Craig Donner.
Si nota già da subito molta libertà sessuale e scarsa inibizione. Alla festa sono presenti altri amici: Mickey Marcus e Bruce Niles, il quale ha incominciato ad uscire con Craig e che tempo prima stava con Ned.
Craig appare un ragazzo forte, sano e nel pieno della gioventù, se non fosse per due episodi in cui sembra che qualcosa lo stia consumando.
Tornato a NY, Ned, che durante il viaggio di ritorno aveva letto un articolo sul New York Times riguardante una particolare forma di cancro che aveva colpito 41 omosessuali, decide di farsi visitare dalla dottoressa Emma Bookner, costretta sulla sedia a rotelle a causa della poliomielite.
Ned decide quindi di voler combattere per trovare la causa di questa malattia, creando un gruppo di supporto che funge da punto di riferimento per tutte le persone che vogliono essere d'aiuto in qualche modo e cercando di ottenere un sostegno e del denaro dal governo americano che sembra non vedere ciò che sta succedendo, lasciando morire le persone colpite dall'epidemia.

RECENSIONE


Già dal trailer mi sembrava un buon film da vedere, ma guardandolo ne ho avuto la conferma. Non è solo un buon film, è un bellissimo film che merita assolutamente di essere visto.
Toccante, drammatico, ma che allo stesso tempo dimostra quanto è importante lottare contro l'ignoranza e la paura. Lottare per trovare una soluzione e salvare quante più vite è possibile.
Vengono affrontati temi come la malattia e l'omosessualità, ambientati negli anni '80, ovvero quando ci furono i primi casi di AIDS.
Questo film mi ha rapita completamente, coinvolgendomi e facendomi sentire colpita dagli avvenimenti che si susseguivano. Devo ammettere che qualche lacrima è scesa ed ero impaziente si vedere come sarebbe andato a finire.
E' subito entrato tra i miei film preferiti, non vi resta che guardarlo!


Voto
★★★★★

2 commenti:

  1. Davvero una bella pellicola, manca al mio appello sul blog e dovrò riparare.
    Comunque sia, ha un cast davvero raggiante ma l'interpretazione di Bomer è incredibile, mi ha ricordato molto Jared ne "Dallas Buyers Club" altro film stupendo a mio parere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho amato questo film, i personaggi sono interpretati benissimo!

      Elimina