lunedì 24 aprile 2017

Segnalazione librosa: Fore morra

Buongiorno e buon lunedì, cari lettori!
Nel weekend ho terminato la lettura di Amabili resti, di cui vi parlerò nel prossimo post, ma oggi iniziamo al meglio la settimana con una segnalazione librosa. Il libro protagonista di oggi è Fore Morra di Diego Di Dio, edito da Fanucci Editore.

Autore: Diego Di Dio
Casa editrice: Fanucci Editore
Collana: Timecrime
Genere: Thriller
Formato: Cartaceo / Ebook
Numero pagine: 320
Data di pubblicazione: 2 febbraio 2017
Prezzo: 4.99€ (ebook) / 12.90€ (cartaceo)

Trama: Alisa e Buba sono due sicari. Entrambi sono professionali, spietati, ben noti nell'ambiente. Lavorano insieme, ma non potrebbero essere più diversi. Buba è un uomo possente, maniacale, una perfetta macchina di morte dal passato ambiguo e oscuro. Alisa è una sopravvissuta. Si porta dietro il fardello di un'infanzia trascorsa tra violenze e angherie, tra abusi e povertà: è cresciuta ai margini di una società feroce e impietosa. Quando viene commissionato loro l'omicidio di un piccolo camorrista, scoprono che si tratta di una trappola architettata da un uomo potente e determinato, chiamato "il boss", e di cui si sa una cosa sola: il suo obiettivo è catturare Alisa, catturarla viva. Andando a ritroso nella memoria, esplorando i tormenti e le violenze subite nella sua vita, Alisa dovrà capire chi si nasconde dietro la grande macchinazione congegnata ai suoi danni. Lei e Buba dovranno addentrarsi tra i quartieri di Napoli e negli antri bui della mente umana, per scoprire quanto profondo e devastante possa essere l’odio di un uomo tradito.
Fore morra: fuori dalla camorra. Come proiettili impazziti, con tutti e con nessuno.

Acquista il libro oraAMAZON

venerdì 21 aprile 2017

Recensione: Timeless - Season 1

Buongiorno e buon venerdì, amanti della lettura!
Oggi vi propongo la recensione di una delle serie TV che ho terminato di recente e di cui ho ripassato il finale di stagione giusto ieri. Si tratta di Timeless, una serie che, come avrete intuito dal titolo, parla di viaggi nel tempo e che mi ha coinvolta dall'inizio alla fine.






Ideatori: Eric Kripke e Shawn Ryan
Cast: Abigail Spencer, Matt Lanter, Malcolm Barrett e molti altri...
Genere: Fantascienza
Anno: 2016

Trama: Il misterioso criminale Garcia Flynn si impossessa di una macchina del tempo con l'intento di modificare gli eventi del passato e distruggere così gli Stati Uniti d'America. Viene formato un team di esperti, composto dalla professoressa di storia Lucy Preston, il militare Wyatt Logan e lo scienziato Rufus Carlin, che a loro volta viaggeranno indietro nel tempo per catturare Flynn.

RECENSIONE

Negli Stati Uniti, le Industrie Mason, un'associazione governativa segreta, hanno inventato una macchina del tempo. Garcia Flynn decide di rubare la nave madre e tornare nel passato, cambiando gli eventi. Le Industrie Mason reclutano quindi Lucy Preston, una professoressa di storia, e Wyatt Logan, un soldato dell'esercito, che insieme a Rufus Carlin, il pilota della scialuppa, inseguiranno Flynn e cercheranno di scoprire quali sono le sue vere intenzioni, oltre a impedirgli di distruggere il passato e, di conseguenza, gli Stati Uniti d'America.

Timeless si presenta con una trama scontata, un'associazione governativa segreta e personaggi già visti, ma nonostante ciò, ho apprezzato molto il modo in cui è stata sviluppata. Certo, non è né la prima, né l'ultima serie TV sui viaggi del tempo, perciò manca un po' di originalità, ma per una persona come me che non è solita guardare serie di questo tipo, è stata promossa a pieni voti.
Il team di viaggi nel tempo composto da Lucy, Wyatt e Rufus è molto affiatato, c'è piena collaborazione e poco a poco nasce una profonda amicizia tra i tre. Inevitabile e davvero prevedibile l'attrazione tra Lucy e Wyatt, nonostante nella sua nuova vita lei abbia un fidanzato e lui abbia perso la moglie. Ebbene sì, perché come ogni storia sui viaggi del tempo che si rispetti, i salti temporali hanno effetti collaterali sul presente e i nostri protagonisti se ne accorgeranno presto. Le date utilizzate come mete dei viaggi fanno parte della storia americana e molte di queste sono prevedibili: Hindenburg, l'assassinio di Lincoln, missione Apollo 11 e così via. Garcia Flynn, il nemico numero uno della squadra di Rufus, non ha come unico obiettivo la distruzione della storia e degli Stati Uniti. Vuole anche riportare indietro la sua famiglia, cancellando per sempre ciò che incute timore anche a Lucy, Wyatt e Rufus: Rittenhouse.
Non ho trovato troppo giusta la definizione data a Flynn, è il "cattivo", ma combatte per una giusta causa. I veri cattivi, a quanto pare, sono ben altri.

La storia è stata coinvolgente sin dalla prima puntata e, tra un cambio d'abito e l'altro, si può notare qualcosa nascere tra i protagonisti, qualcosa che va oltre il reclutamento per un lavoro top secret. Mi sono affezionata molto a tutti e tre e mi è piaciuto molto seguirli nei viaggi nel tempo, essere catapultata ai tempi di Al Capone o di Abraham Lincoln, capire cosa si nascondesse dietro ad un progetto così rivoluzionario e segreto come la macchina del tempo e, sebbene ancora non si sia scoperto molto, Rittenhouse è ancora una presenza inquietante e sempre in allerta. 
Il finale di stagione, oltre ad essere commovente in certi punti, lascia tutti con il fiato sospeso, rivelando qualche dettaglio, ma non troppo. Per scoprire qualcosa di più dobbiamo aspettare la seconda stagione, anche se ancora non si hanno notizie certe per quanto riguarda il rinnovo.

Voto
★★★★✰

mercoledì 19 aprile 2017

Segnalazione librosa: La sonata della vendetta

Buon pomeriggio lettori, come state?
Io sono un po' raffreddata a causa di questo tempo un po' pazzo che in questi ultimi giorni ha fatto precipitare le temperature. Non voglio pensarci, altrimenti mi sento peggio, perciò mi concentro sul blog e su tutto il lavoro dietro le quinte che ancora mi rimane da fare. Oggi vi presento La sonata della vendetta di Marika Bernard, un thriller che, se siete amanti del genere, non potete lasciarvi scappare.

Autore: Marika Bernard
Casa editrice: Dark Zone
Genere: Thriller
Formato: Cartaceo / Ebook
Numero pagine: 116 (cartaceo) / 87 (ebook)
Data di pubblicazione: 5 marzo 2017
Prezzo: 12.90€ (cartaceo) / 0.99€ (ebook)

Trama: L'uomo è pesante e gretto. Ha mani da scaricatore di porto e non sa niente di musica. È entrato nella soffitta poco dopo la morte del bisnonno, ma solo per vedere se poteva sgraffignare qualcosa. Il violino era lì, e sembrava lo aspettasse. Nascosto, ma non poi così bene. Paziente, da anni. In attesa...
Quando l'uomo lo afferra, tutto cambia.
Tra le calli di Venezia e il lento fluire dell'acqua del Canale, cominciano a diffondersi note suonate con maestria.
Qualcuno sta tornando, piano, in punta di piedi. Sta riprendendo vita, e lo fa impossessandosi di quella dell'uomo. E mentre le note della Sonata a Kreutzer sfociano nell'Adagio, l'identità dell'uomo si spacca, andando in frantumi come uno specchio. La sonata della vendetta è la storia di una trasformazione, di un ritorno che ha il sapore di una rivalsa, di un antico dolore mai sepolto che chiede a gran voce una rivincita.

Acquista il libro oraDARK ZONE / AMAZON


L'autrice

Marika Bernard è nata nei primi anni ottanta in un piccolo paese di una valle caratteristica nel Trentino Alto Adige. Da sempre appassionata di libri, inizia a passare i pomeriggi a scarabocchiare, prendere appunti, buttar giù delle idee perché "non si sa mai". Eclettica, passa dal thriller alle storie per bambini, dal romance al noir. Le basta scrivere... tanto, sempre, di tutto.

venerdì 14 aprile 2017

5 benefici della lettura


Buongiorno e buon venerdì, cari lettori!
Oggi mi sono alzata con una voglia matta di comprare libri, ma dovendo rinunciare agli acquisti, ho deciso di parlarvi comunque di libri e dei benefici della lettura. Quante volte vi è capitato che qualcuno che non ha mai sfiorato un libro nemmeno per sbaglio, vi ponesse la domanda Perché leggi? A me qualche volta è capitato, tra sguardi meravigliati davanti ad una passione così grande per qualcosa, o semplicemente davanti ad espressioni convinte che non ci sia nulla di bello nel leggere parole scritte con l'inchiostro sulla carta. Ecco, perciò, una risposta più che valida alla domanda. 

PERCHÉ LEGGERE?


1. Aiuta a rilassarsi
Che la giornata sia ancora lunga o che il sole sia già tramontato, un buon libro aiuta sempre a rilassare la mente. Sin da bambina, per me è sempre stata una sana abitudine leggere qualche pagina o qualche capitolo prima di dormire. Sicuramente è molto più consigliato rispetto allo schermo del PC o del cellulare, aiuta a distrarre la mente e concilia il sonno.

2. Stimola l'immaginazione
La creatività varia da persona a persona, ma leggere senz'altro aiuta l'immaginazione. Non sapete quante volte mi sono trovata a dover scrivere un racconto o il finale di una storia e vedere i miei compagni con la mente completamente vuota, priva di idee. I libri ci permettono di scoprire nuovi mondi e conoscere tanti personaggi diversi, e molto spesso la passione per la lettura è accompagnata da quella per la scrittura. 

3. Migliora la memoria
Ci sono storie con tanti personaggi, luoghi e vicende che si susseguono, mentre in altri si contano sulle dita di una mano, ma la cosa di cui potete stare certi è che li riuscirete a ricordare. Leggere aiuta molto la memoria, è un ottimo esercizio per esercitarla senza sforzo e godersi nel frattempo una bella storia. 

4. Migliora la conoscenza della propria lingua o di una lingua straniera
Più cresciamo, più il nostro vocabolario diventa ampio, ma un grande aiuto ci viene dato soprattutto dai libri che leggiamo. Essi ci aiutano ad ampliarlo sempre di più, soprattutto nel caso di una lingua complessa come l'italiano, ma anche a migliorare e perfezionare un'eventuale lingua straniera che abbiamo deciso di imparare. Nel mio caso, leggere in inglese mi aiuta molto a comprendere meglio la struttura delle frasi, oltre a conoscere parole nuove e i contesti in cui utilizzarle.

5. Sono un ottimo argomento di conversazione
Quanti di noi si sono trovati, durante una conversazione, a dover affrontare il silenzio imbarazzante che di punto in bianco scende e sembra diventare soffocante ogni momento che passa. A me qualche volta è capitato e non sapete che sollievo è stato scoprire che il mio interlocutore era un lettore. Perché si sa, quando due lettori iniziano a parlare, non li ferma più nessuno. Sebbene la lettura sia un'attività individuale, che ci isola momentaneamente dal mondo e dalle persone che ci circondano, riesce allo stesso tempo ad avvicinarci moltissimo e questo è uno degli aspetti che preferisco.


Bene lettori, siamo giunti alla conclusione di questo post dedicato ai meravigliosi benefici della lettura e dei nostri amati libri. Per non parlare di quanto ci metta di buon umore entrare in libreria e uscire con qualche nuovo libro tra le mani - un vero e proprio rimedio contro la tristezza!
Ora vi devo salutare, vi auguro una buona Pasqua e non dimenticate di lasciarmi le vostre opinioni e i benefici che trovate nella lettura di un buon libro. Al prossimo post!

mercoledì 12 aprile 2017

Recensione: Melody's Key

Buongiorno, lettori!
Oggi vi parlo della mia ultima lettura, in inglese, che l'autore mi ha gentilmente proposto e che ringrazio molto. Si tratta di una storia d'amore davvero particolare, che racchiude in sé tante emozioni, ma anche tanti colpi di scena. Ecco cosa penso di Melody's Key di Dallas Coryell.

Autore: Dallas Coryell
Casa editrice: AsherRain Publications
Genere: Romanzo rosa
Formato: Ebook
Numero pagine: 305
Data di pubblicazione: 24 giugno 2016

Trama: "His eyes settled on her... piercing green embers of flame that revealed the ferocity of his pain and passion, yet still shrouded him under veils of ever deepening mystery that made every ounce of her ache to unravel him."

Tegan Lockwood's dreams were dead, sacrificed on the noble altar of duty before they ever had a chance to live. Her entire existence was disappearing into the abyss of apathy as she labored her days away keeping her family's struggling business alive. There would be no emotion, no color, no beauty in her life. That is, until a mysterious visitor begins to draw her out of the darkness of her past towards something that will challenge the boundaries of her world, and unlock the most deeply held secrets of her heart.

RECENSIONE


Tegan Lockwood vive con i suoi genitori e i suoi fratelli nel Regno Unito e insieme gestiscono un agriturismo estivo. Ha rinunciato all'università di arte per aiutare la propria famiglia, che da diverso tempo ha difficoltà economiche, ma quando scende la notte non rinuncia alla sua passione più grande, la musica. E' proprio in questo momento della giornata che Tegan si sente ispirata e scrive le sue canzoni. Un giorno, però, all'agriturismo arriva un ospite molto particolare, che porterà, si spera, un po' di fortuna ai Lockwood, ma anche tante cose inaspettate. Si tratta di Mason Keane, una famosa pop star americana i cui brani sono in vetta alle classifiche. Mason resterà con i Lockwood per tutta l'estate e cercherà di mettere ordine nella sua vita. Ma né lui, né Tegan sanno cosa il destino ha in serbo per loro...

Quando inizio una nuova lettura, a volte mi ci butto a capofitto, mentre altre mi ci addentro piano piano. E questo è uno di quei casi. Nelle prime pagine facciamo la conoscenza di Tegan, una ragazza che ha rinunciato ai propri sogni artistici per aiutare i propri genitori, e in generale i Lockwood, che gestiscono un agriturismo estivo. Sono una famiglia numerosa e molto unita e non hanno difficoltà ad accogliere Mason Keane, una famosa pop star americana che resterà con loro per tutta l'estate. Con tutti questi personaggi sono entrata in sintonia sin da subito, così come con il migliore amico di Tegan, Simon, e l'agente Vivian.
Devo ammettere che mi aspettavo qualcosa di banale e già visto, la solita celebrità che si comporta da snob in mezzo alle persone normali, ma mi sono dovuta ricredere. Mason Keane è un ragazzo che sì, ha un immenso successo, ma che ha perso la propria strada e per questo ha deciso di allontanarsi dai riflettori per un po'. Durante l'estate, il rapporto tra lui e Tegan si rafforza sempre di più, i due sono inseparabili e insieme possono lavorare alla loro passione, creando canzoni fantastiche. I problemi, però, sono dietro l'angolo e dopo due mesi di spensieratezza, bisogna affrontare la realtà.
Anche Tegan si dimostra un ragazza totalmente diversa da come mi aspettavo: è determinata, non è ingenua e non cade ai piedi del suo principe azzurro dopo soli due minuti. Entrambi i protagonisti non hanno un passato roseo, ma trovano sostegno e ascolto reciproco.

Dallas Coryell è riuscito a creare una storia molto bella e per niente scontata, raccontandoci l'estate di due innamorati, ma al tempo stesso inserendo nelle loro vite elementi reali e trattando, sebbene non in maniera approfondita, temi delicati come la violenza e l'autolesionismo.
Lo stile è semplice e molto scorrevole, riesce senza problemi a coinvolgere il lettore e a farlo entrare in sintonia con i personaggi. La difficoltà con la lingua inglese è medio-bassa. Peccato per il finale, che mi è sembrato un po' un'americanata, la tipica conclusione da film americano, forse un po' forzato rispetto al resto della storia.

Voto
★★★✰✰